Mauro Icardi, diventato papà – con tanto di (evitabile?) tweet con foto insieme al neonato – non ha ancora messo la firma sul suo futuro, che potrebbe non essere nerazzurro. L’agente dell’attaccante argentino, Abian Morano, è appena giunto a Milano per definire il rinnovo del contratto con il club milanese, che sembra più complicato del previsto.

Ovviamente il giocatore vuole un ritocco dell’ingaggio verso l’alto. Attualmente Maurito percepisce un “cedolino” annuale di circa 900 mila euro, più bonus, paradossalmente meno di quanto gli depositano sul conto corrente gli sponsor personali, che gli garantiscono introiti pari a 2 milioni annuali, che diverranno prossimamente 2,8. Il vero nodo da sciogliere non è semplicemente un aggiustamento dell’ingaggio, ma l’accordo sui diritti d’immagine del calciatore. Il direttore sportivo Ausilio ha proposto al centravanti un ingaggio da 1,5 milioni di euro all’anno, ma allo stesso tempo chiede al giocatore che metà delle entrate derivanti dai diritti d’immagine vadano nelle casse della società meneghina. Ovviamente la richiesta non è piaciuta a Icardi e all’agente, che non ha ancora preso una decisione in merito.

In caso la proposta di contratto interista non dovesse andare in porto, è possibile che Icardi vada a finire sul mercato in estate, e gli estimatori del numero 9 nerazzurro non mancano. Alla finestra attendono diversi top club inglesi come Chelsea e Liverpool, ma anche l’Atletico Madrid sembra interessato.

Photo Credit: Wikimedia via Google