Quasi fatta per Andrea Ranocchia alla Sampdoria. L’iniziale interessamento del Liverpool si è rivelato un fuoco di paglia e così il difensore nerazzurro ha accettato la proposta della società blucerchiata considerando che a Genova giocherà subito da titolare e che l’umbro ha una gran voglia di riconquistare la nazionale. L’intesa con la Samp sarebbe di un prestito con in mente l’idea di opzionare Eder e/o Soriano per giugno, praticamente un investimento.

Se Ranocchia dovesse dunque partire – cosa ormai data per certa – l’Inter dovrebbe trovare copertura per il posto vacante e come centrale difensivo avrebbe scelto Barba dell’Empoli sul quale però è piombato anche il Napoli, pur essendo tornato a bussare alla porta di Cairo per Maksimovic, con Giuntoli che incontrerà a brevissimo termine i vertici del club toscano. L’Empoli ha sparato alto per il suo cartellino: cinque milioni tondi tondi, ma l’Inter non è disposta a spenderne più di tre. Entro domani si conoscerà l’esito dell’incontro tra il ds del Napoli e l’Empoli, che lo rimpiazzerebbe Barba con Antei del Sassuolo.

Sempre riguardo al mercato nerazzurro, sta tenendo banco in questi giorni la questione Guarin. Il colombiano potrebbe essere ceduto ai cinesi del Jiangsu Suning (che vorrebbero acquistare anche Gervinho dalla Roma) per non meno di 15 milioni di euro (cifra che potrebbe anche essere superiore, stando alle esigenze dell’Inter). Per lui, che raggiungerebbe il compatriota Moreno in Cina, è già pronto un quadriennale da 6 milioni di euro. La decisione ora è tutta nelle mani del centrocampista sudamericano.