Magari non sarà proprio un assioma apodittico ma per come si presenta il panorama del calcio giunti quasi in prossimità delle soglie del 2020, per fare grandi le sorti di un club e poter ambire a grandi traguardi, occorrono capitali consistenti. Poi naturalmente ci vogliono governance serie e capaci di far quadrare bene i bilanci. Allora ecco che, per quanto riguarda l’Inter, visto che si profila aria di cambiamento radicale a livello societario e la ventata di novità arriverebbe, manco a dirlo, dalla Cina, si comincia a ragionare su nuovi scenari, anche legati al mercato.

Fermo restando che non ci sono ancora firme e che tutto rimane vincolato alla sfera delle ipotesi, quindi potrebbe sembrare prematuro ragionare in termini di economia e di mercato fin quando il Suning Commerce Group non diviene di fatto proprietario del 70% del club nerazzurro così come si sta vociferando in questi giorni, non è però difficile immaginare che nuovi capitali potrebbero non solo sistemare una situazione finanziariamente deficitaria (i 220 milioni di euro di debiti contratti con Goldman Sachs), ma anche offrire nuove sicurezze e garanzie per affrontare un mercato da big quale si converrebbe a un club come l’Inter, sgombrando il campo da assilli quali il FFP.

In questi termini non sarebbe difficile pensare a una partnership stretta ed efficace tra il club di Nanchino che milita nella China Super League, ovvero lo Jiangsu Suning, già di proprietà del colosso cinese, e l’Inter con prevedibile e, soprattutto, vantaggioso, scambio di giocatori. Uno degli obiettivi prioritari annunciati da Zhang Jindong, presidente del Suning Commerce Group, è quello di spezzare il dominio del Guangzhou Evergrande nel campionato cinese e da questo punto di vista non sarà facile ipotizzare che il club cinese possa privarsi delle sue stelle di prima grandezza, però forse se qualche campione dovesse incontrare qualche difficoltà in Cina, non è detto che un passaggio a titolo di prestito nella nostra Serie A non possa rivitalizzarne il rendimento. E lo Jiangsu Sunning, tanto per ricordarlo, annovera giocatori del calibro di Ramires, Alex Teixeira e Jo.