Con una situazione abbastanza critica ancora tutta da risolvere per la questione allenatore (non sono certo un mistero i dissapori che hanno un po’ allontanato Roberto Mancini e i nuovi proprietari cinesi del Suning), in casa Inter si procede comunque con le operazioni di mercato, anche perché mancano di fatto solo 20 giorni all’inizio del campionato e i nerazzurri, nonostante il mercato più che sontuoso della scorsa stagione, hanno oggettivamente necessità di rinforzare la rosa.

Allora ecco che giungono i primi segnali di conforto proprio dal mercato, e dopo aver a lungo corteggiato la Lazio il club biancoceleste si è deciso finalmente a cedere il suo gioiello Antonio Candreva. Il presidente Lotito insisteva col prezzo fisso di 25 milioni, cifra raggiunta con la soluzione dei bonus: 21 cash più 4 a raggiungimento – appunto – dei bonus (ma si parla anche di 22 più 3). Il giocatore firma invece un contratto quadriennale a 2,7 milioni a stagione. Visite mediche dunque e prima sgambata ad Appiano Gentile dove è atteso da Mancini per giovedì 4 agosto in vista dell’amichevole col Tottenham.

Ma il mercato dell’Inter non si ferma certo qui. C’è ancora il “caso” Mauro Icardi da valutare perché l’agente e moglie Wanda Nara preme per farlo andare via se non gli verrà rinnovato il contratto con adeguamento e la pressione del Napoli è diventata oggettivamente pesante con De Laurentiis che è arrivato a offrire 70 milioni di euro. La proprietà lo ha dichiarato incedibile (non così Thohir però), ma di fronte a un’offerta del genere non si può rimanere insensibili.

Tanto più che con quel capitale si potrebbe pensare di acquistare due talenti brasiliani del calibro di Gabigol e Oscar. Per quanto riguarda il primo, sono stati già offerti 30 milioni dal club nerazzurro, ma la concorrenza e tanta e spietata e occorre convincere la “multiproprietà” (il cartellino del gioiello del Santos è in mano anche alla Doyen). Sul classe ’91 del Chelsea l’Inter ha fatto un sondaggio e ha scoperto che per Conte il giocatore non è incedibile, anche se sarà dura andarsene da Stamford Bridge per meno di 35-40 milioni.