Arriva l’ufficialità anche per Jeison Murillo, opzionato dall’Inter nella finestra invernale del mercato dal Granada (squadra satellite, insieme al Watford, dell’Udinese dei Pozzo), che nella giornata di oggi come comunica il sito ufficiale del club nerazzurro: “ha completato e depositato presso gli uffici della Lega Serie A i documenti per il trasferimento di Jeison Murillo a titolo definitivo dal Granada. Il difensore colombiano classe 1992 ha firmato un contratto di cinque anni“. Molto più che un semplice tassello per puntellare il mosaico difensivo, il colombiano classe ’92, è un talento sul quale costruire il futuro dell’Inter. Centrale di difesa muscolare e statuario ma rapido di gamba e di pensiero e soprattutto non sprovvisto di eccellenti doti tecniche, autore di un rete importante in Copa America contro il Brasile nei quarti di finale.

Contratto quinquennale dunque per Murillo con acquisto a titolo definitivo per 8 milioni di euro. Thohir entusiasta dell’operazione lo ha accolto così a Milano: “Murillo porta con sé grinta e talento, è un giovane dalle grandi qualità, siamo contenti di annunciare ufficialmente il suo arrivo. Sono sicuro che Roberto Mancini saprà sfruttare al meglio le sue doti e i tifosi sapranno entusiasmarsi per lui e per il suo carattere indomito“.

Con l’arrivo ufficiale di Montoya si attende anche la definizione dell’acquisto di Zukanovic dal Chievo per completare l’ “operazione difesa”. Procedono nel frattempo le trattative per il comparto offensivo con Perisic e Jovetic sempre più vicini, ma con un’attenzione particolare anche a Salah, sorvegliato sempre più speciale dell’Inter ora che l’egiziano si trova ai ferri corti con i Della Valle e la Fiorentina. L’Inter aveva già avanzato un’offerta sostanziosa al giocatore di proprietà del Chelsea, ora occorre attendere gli esiti di una vicenda destinata a ingarbugliarsi da un punto di vista legale.