In linea con il mercato di “ricostruzione” in casa Inter per la prossima stagione uno dei tasselli del nuovo puzzle di Mancini è legato al comparto offensivo della squadra. Nelle settimane scorse le piste portavano a una punta da affiancare a Mauro Icardi e si sono fatti i nomi di Dybala (obiettivo sfumato per la trattativa praticamente conclusa tra Palermo e Juventus) e Fekir e Lacazette del Lione (spesso coppia offensiva nello schieramento di Fournier), che però hanno costi esosi per le casse nerazzurre, e in seconda battuta Lamela e Firmino. Nonostante l’ipotesi di riproporre il 4-3-1-2 anche nella prossima stagione, il pensiero dominante di Mancini rimane il 4-2-3-1, un modulo aggressivo e che nello stesso tempo possa garantire sicurezza nelle retrovie. Individuato in Icardi (il suo rinnovo contrattuale è in via di definizione a brevissimo termine) la punta di diamante inamovibile dell’attacco, c’è necessità di trovare esterni di ruolo che sappiano sacrificarsi anche a centrocampo e in copertura. Sotto questo profilo il giocatore più caldo di tutti sul taccuino del Mancio risponde al nome di Iago Falque.

Dopo un lungo pellegrinaggio giovanile tra primavera del Barcellona, Juventus (che non ha mai creduto nelle potenzialità del ragazzo di Vigo) e Tottenham, il Genoa di Gasperini lo ha lanciato nella stagione della svolta e l’esterno galiziano ha mostrato numeri di assoluto rispetto: 13 gol in campionato, 7 dei quali messi a segno nelle ultime 8 partite (strepitosa la doppietta siglata nella trasferta di Bergamo con l’Atalanta ell’ultimo turno) e una classe innegabile per quanto riguarda dribbling, inserimenti e movimenti con e senza palla in generale. Tra Inter e Genoa, un sodalizio inossidabile quello tra la società nerazzurra e il club di Preziosi, ci sono già stati contatti per il giocatore. Il Genoa lo ha pagato 2 milioni di euro al momento dell’acquisto dal Tottenham ma ora il suo valore è schizzato alle stelle con un costo del cartellino fissato addirittura a cinque volte il prezzo d’acquisto. 10 milioni sono una cifra importante che l’Inter tenterà di limare con l’offerta di Puscas, che piace molto a Preziosi, come contropartita tecnica.