Il capitano dell’Inter, Mauro Icardi, ha chiesto ufficialmente un rinnovo del contratto con l’Inter, ma la società nerazzurra non intende accordarglelo. Anche perché l’attaccante ha rinnovato solo un anno fa a 2,6 milioni di euro all’anno, più 1,4 legati ai diritti d’immagine.

Ora, con l’arrivo della nuova proprietà cinese, chiede un ritocco sullo stipendio che, a conti fatti, non arriverà. Mauro si trova a Portland con la squadra, la moglie agente Wanda Nara è tornata a parlare: “Siamo al lavoro per adeguare il contratto – ha spiegato Wanda a FcInternews – credo che entro 7-10 giorni il quadro sarà più chiaro. Non cerchiamo un rinnovo, ma solo un adeguamento. Confermo l’interesse di Juve e Napoli. Se Mauro rimarrà all’Inter? La domanda va fatta a lui, io vorrei che restasse”.

Mauro Icardi, il 4 giugno 2015, ha rinnovato fino al 2019 con un ingaggio a salire. Ma Wanda, al tempo, avrebbe ottenuto la promessa che il club avrebbe ritoccato l’ingaggio non appena la situazione finanziaria fosse migliorata. Ad oggi Kondogbia prende più del capitano dell’Inter, che ha rifiutato diversi grandi club per rimanere in nerazzurro. Motivo per il quale si sente meritevole di un rinnovo.

Il dialogo con l’Inter è però interrotto, perché la società non intende rivedere le condizioni economiche dello stesso. E il rischio che Icardi possa lasciare l’Inter c’è. Già a fine maggio aveva battuto cassa il procuratore di Brozovic. Rispedito al mittente.

Il presidente Thohir ha ribadito che “Mauro è incedibile”. Il Napoli è pronto a dargli almeno 5 milioni l’anno se Higuain andasse davvero alla Juve. Proprio i bianconeri, in caso di difficoltà ad arrivare al Pipita, si butterebbero sul 23enne di Rosario. Sotto i 50 milioni, però, l’Inter non lo venderà.