La famigerata lista del mercato per ricostruire l’Inter degli “otto-nove giocatori” di Roberto Mancini è ancora lunga e di là da essere “spuntata”. Si sta premendo moltissimo su almeno due centrocampisti dai due profili diversi (uno tra Kondogbia e Imbula, con il “marsigliese” molto più fattibile, e un’altro tra Felipe Melo e Mbia con quest’ultimo in vantaggio per ragioni economiche, visto che col Trabzonspor è vincolato solo da un pre-accordo verbale) ma intanto il primo nome è stato depennato ed è quello di João Miranda, difensore centrale dell’Atletico Madrid ex San Paolo e Sochaux e della nazionale brasiliana.

A lungo colonna portante della difesa dei Colchoneros del Cholo Simeone insieme all’inossidabile Diego Godin (una delle coppie di centrali difensivi più forti al mondo) il 31enne brasiliano Miranda non rientra più nei piani dell’Atletico Madrid che ha individuato nell’uruguayano José Jimenez, classe ’95, il suo successore. Miranda però è ancora ben lungi dall’essere un giocatore sul viale del tramonto poiché anche nel match di Copa America contro la Colombia si è dimostrato uno dei migliori nel nuovo Brasile di Dunga che lo ha rilanciato nella Seleçao. Ne ha subito approfittato il club nerazzurro inviando il ds Ausilio in missione a Madrid per chiudere anzitempo la trattativa.

Per quanto riguarda le cifre, la base dell’accordo parla di 12, 5 milioni di euro più bonus per l’Atletico Madrid che ne chiedeva 15. La formula sarà quella del prestito oneroso con obbligo di riscatto. Mancano solamente i dettagli tecnici del pagamento, lo scambio dei documenti ufficiali e, ovviamente, le firme, ma si può considerare un affare concluso poiché c’è la garanzia di Claudio Taffarel, vecchia conoscenza del calcio italiano (portiere ex Parma) che ha svolto un ruolo fondamentale nella trattativa, essendo molto amico di Miranda e molto vicino a Mancini per aver lavorato nel suo staff tecnico col Galatasaray. Miranda farà dunque coppia con Murillo (incrociato proprio nella partita di ieri in Copa America) nella difesa della nuova Inter.