Giorni frenetici in casa nerazzurra: dopo il rinnovo di contratto per Palacio e quello ormai in dirittura di arrivo per Fredy Guarin (leggi qui i dettagli dell’operazione) la dirigenza interista continua a monitorare diversi giocatori che potrebbero diventare obiettivi importanti per la prossima sessione di mercato. Le parole di ieri sera dopo Chelsea-Galatasaray di Samuel Eto’oSe mi chiama Moratti potrei tornare all’Inter” hanno letteralmente scatenato le fantasie dei tifosi nerazzurri.

Moratti: un legame con il centravanti camerunese che non si è mai sciolto e fattore chiave per un possibile ritorno di Eto’o (foto by Infophoto) a Milano. L’ex presidente nerazzurro, nonostante la decisione di cedere le quote di maggioranza della società, continua a lavorare per la causa nerazzurra e potrebbe essere il punto di contatto tra la nuova dirigenza ed il giocatore attualmente in forza al Chelsea. L’inter però non si muove solo a Londra ma continua a monitorare il gioiellino del Real Madrid Alvaro Morata.

Per il reparto arretrato la volontà della società è quella di riscattare dal Porto il nazionale portoghese Rolando, ormai titolare inamovibile e giocatore che piace molto al tecnico Mazzarri. L’intesa con il Porto sembra vicina con il diritto di riscatto fissato a 4 milioni di euro ma i dirigenti nerazzurri proveranno ad abbassare le richieste del club portoghese di almeno 1 milione. Successivamente si discuterà con l’entourage del giocatore per il contratto di Rolando, operazione che appare una formalità vista l’ottimo feeling tra le parti.

Dall’arrivo del nuovo Presidente Thohir il mercato in casa nerazzurra sembra non essersi mai fermato. Hernanes, D’ambrosio e Vidic (clicca qui per i dettagli sull’arrivo del difensore serbo) sono stati solo i primi rinforzi per l’Inter del futuro. La prossima sessione di mercato promette molte operazioni sia in entrata che in uscita.