Il mercato dell’Inter, che sta dominando a man bassa questa fase iniziale della finestra estiva, è un fermentare continuo con movimenti perpetui di soldi, idee e dirigenze. Mentre si stanno ultimando i dettagli nella trattativa con l’Olympique Marsiglia che potrebbe portare alle firme in giornata il centrocampista francese Giannelli Imbula in nerazzurro, altri due giocatori potrebbero oggi stesso attraversare la soglia di casa Inter con un contratto in mano già bell’e firmato: si tratta di due terzini, uno destro Martin Montoya e uno sinistro Ervin Zukanovic. Per quanto riguarda invece il comparto offensivo – necessita un grande acquisto anche nelle zone dell’out d’attacco o della trequarti come ultimo tassello per rilanciare la nuova Inter di Mancini – proseguono i contatti per Jovetic (atteso un incontro la settimana prossima con Ramadani, agente del giocatore) e rispunta l’ipotesi Pedro del Barcellona.

Per Imbula è praticamente fatta poiché l’Inter ha aggiunto un ulteriore milione nella trattativa che stabilisce il prestito di 1 milione con obbligo di riscatto esercitabile tra un anno a 20 milioni. Per il giocatore è previsto un contratto quadriennale a 2 milioni più bonus a stagione. Anche con Montoya l’Inter è in dirittura d’arrivo sulla base di un prestito che diventa biennale con diritto (e non più obbligo) di riscatto fissato intorno agli 8 milioni di euro. Si sta lavorando anche sull’ingaggio del giocatore. Per quanto riguarda Zukanovic, invece, c’è uno scambio con Schelotto: il Galgo viene riscattato dal Chievo e l’Inter acquista il difensore bosniaco con 1 milione di euro come conguaglio.

L’Inter rimane fiduciosa anche sul fronte Salah che ha però recentemente incontrato i vertici della Fiorentina per parlare del suo futuro, i quali al culmine di un lungo meeting con giocatore e procuratore hanno pareggiato l’offerta d’ingaggio del club nerazzurro aumentando lo stipendio dell’attaccante egiziano di 700 mila euro, portandolo da 1,8 a 2,5 milioni. Oltre a Perisic, è rispuntata per l’Inter l’ipotesi Pedro. L’esterno del Barcellona infatti ha recentemente rinnovato il contratto con il club catalano fino al 2019, ma secondo il Mundo Deportivo starebbe tornando sulle sue decisioni poiché, in vista degli Europei di Francia del prossimo anno, non vorrebbe trascorrere un’altra stagione a scaldare la panchina, visto cotanto tridente offensivo.