L’Inter torna prepotentemente regina del calciomercato, come ai tempi d’oro di Massimo Moratti: i nerazzurri, infatti, hanno messo le mani su Marcelo Brozovic, centrocampista della Dinamo Zagabria sul quale era forte l’interesse di Arsenal e Milan. La trattativa è stata chiusa pochi minuti fa sulla base di un prestito di 18 mesi oneroso, circa 3 milioni di euro, con riscatto obbligatorio nel 2016 per altri 5 milioni di euro; il giocatore firmerà un contratto di 4 anni e mezzo.

Brozovic è dell’Inter

Si tratta di un autentico capolavoro di Piero Ausilio, che, contando sulle buone relazioni già esistenti con la Dinamo Zagabria per via dell’affare Kovacic, si è aggiudicato uno dei talenti più ricercati d’Europa a condizioni favorevolissime, che consentiranno al club nerazzurro (la cui gestione è sotto l’occhio vigile dell’UEFA per via di quel rosso di bilancio da 103 milioni di euro) di dilazionare la spesa sui futuri esercizi.

Roberto Mancini avrà così il centrocampista di qualità e quantità da piazzare davanti alla difesa, in quel 4-2-3-1 che sta prendendo sempre più forma. Ora tocca a lui: l’Inter deve raggiungere la qualificazione alla Champions League, o tra rate e obblighi di riscatto, a giugno rischia seriamente di dover vendere un paio di pezzi pregiati, senza che questo escluda una sanzione UEFA per violazione del fair play finanziario. Ma a questo si penserà eventualmente tra qualche mese. Ora i tifosi nerazzurri possono solo festeggiare una squadra enormemente rinforzata da una campagna-acquisti come non si vedeva da anni.

Di certo, è più facile centrare il terzo posto comprando giocatori veri: dall’altra parte del Naviglio sembrano averlo scordato.

Photo credit: Calciomercato24 via photopin cc