Impossible is nothing. Motto che rispecchia la nuova Inter, in piena ripresa sotto la gestione Pioli. Ufficializzato Gagliardini, si pensa adesso a sfoltire la rosa.

BIABIANY

Alte sono le probabilità di cessione per Jonathan Biabiany. Il 28enne francese vanta numerose pretendenti, tra cui nelle ultime ore si è inserita di prepotenza la Cina. A muovere le fila il gruppo Suning, proprietario dell’Inter che vorrebbe girarlo allo Jiangsu, l’altro club cinese di cui detiene la proprietà. Buon esito che renderebbe felici entrambe le parti. Da una parte Biabiany avrebbe il tanto promesso aumento d’ingaggio, l’Inter si libererebbe invece del suo stipendio. I club di Serie A interessati tuttavia non mancano, a partire dal Bologna che negli ultimi giorni ha raccolto parecchie informazioni. Sponsor principale Roberto Donadoni, che non ha mai dimenticato l’esterno.

INTER D’OLTREMANICA

Asse Bologna-Milano che rischia di diventare parecchio caldo. Strappata la firma di Bruno Petkovic, è volontà emiliana migliorare il proprio organico. Dirigenza rossoblu tentata nel presentare un’offerta ufficiale per il difensore Andrea Ranocchia, anticipando le inglesi Hull City e West Ham. Eventuale arrivo che garantirebbe ulteriore solidità al reparto arretrato, nonostante abbia ben figurato nel girone d’andata: 25 le reti subite, nove squadre hanno fatto peggio.

RAPPORTI INCRINATI

Ranocchia più vicino dopo che il ds del Sassuolo Giovanni Carnevali ha blindato Acerbi: “Acerbi è un giocatore che era richiesto già la passata stagione e anche quest’anno sono arrivati al contrattacco subito – le dichiarazioni rilasciate a Sky Sport -. Abbiamo avuto una richiesta dal Leicester di Claudio Ranieri, ma la nostra volontà è quella di non cedere il giocatore in questa fase. Ne riparleremo nel mese di giugno se è il caso ma in questo momento rimarrà con noi senz’altro. Lasciando Acerbi nella posizione in cui è, non abbiamo necessità di prendere Ranocchia, in questo momento non pensiamo a nuove entrate”.