Ha fatto di certo sospirare tanti tifosi nerazzurri ma adesso che ha superato anche le visite mediche Antonio Candreva è ufficialmente un giocatore dell’Inter ed è già pronto per la prima sgambata con i nuovi compagni di squadra che lo attendono ad Appiano Gentile insieme a Roberto Mancini, il quale potrebbe già concedergli qualche minuto in occasione della partita amichevole contro il Tottenham in programma domani 5 agosto alle 17 all’Ullevaal Stadion di Oslo, prima delle tre tappe europee dell’International Champions Cup.

Primo vero acquisto “manciniano”, ovvero voluto fortemente dal tecnico jesino per rinforzare la rosa e seguito fino in fondo dalla società nerazzurra in una trattativa a dir poco estenuante, segno anche di riconciliazione avvenuta tra il Mancio e i nuovi proprietari cinesi del Suning, Candreva ha firmato un contratto che lo legherà all’Inter fino al 30 giugno del 2020. Per l’occasione, anche l’attuale presidente in carica Erick Thohir ha voluto manifestare il suo consenso per l’operazione andata a buon fine: “Sono molto felice di dargli il benvenuto all’Inter. Sono certo che darà un grande contributo a quella che è già una squadra molto competitiva“.

Per quanto riguarda i costi dell’affare Candreva, l’Inter verserà nelle casse della Lazio 22 milioni di euro più 3 di bonus in maniera tale da raggiungere i 25 milioni di euro fissati dal presidente della Lazio Claudio Lotito, e sui quali non ha mai abbassato il prezzo. Mentre l’ex esterno biancoceleste percepirà un ingaggio di 2,7 milioni a stagione. Queste le prime parole di Candreva in nerazzurro: “Sono davvero orgoglioso e felice di essere qui. Ho sempre voluto l’Inter ed è un’emozione fortissima essere arrivato in nerazzurro. Ringrazio la Lazio per le stagioni vissute insieme e per avermi dato la possibilità di coronare questo sogno. Adesso non vedo l’ora di giocare a San Siro e di sentire il calore dei tifosi interisti“.