AAA cercasi esterno di centrocampo. Giugno come gennaio, l’obiettivo di mercato dell’Inter è sempre lo stesso. Mazzarri quando è arrivato a Milano ha chiesto Campagnaro più un laterale destro, Branca l’ha accontentato a metà, ma ora è pronto a farsi perdonare. Il desaparecido Wallace sarà impacchettato e rispedito a Londra, al Chelsea, al suo posto arriverà un giocatore fatto e finito, pronto a lottare con Jonathan per una maglia da titolare, che conosca il campionato italiano. Il primo nome in cima alla lista è sempre quello di Mauricio Isla. Conte quest’estate ha bloccato la sua cessione, voleva testarlo, provarlo, ma i risultati sono stati scadenti. Con il nuovo anno la Juventus cederà la sua metà del cartellino (l’altra è di proprietà dell’Udinese), l’Inter, se interessata, per il 50% del cileno dovrà sborsare sei milioni di euro.

Oltre a Isla gli scout nerazzurri tengono d’occhio Sime Vrsaljko, croato classe 1992 in grado di giocare sia in una difesa a quattro sia da esterno in un centrocampo a cinque. Il Genoa per strapparlo alla Dinamo Zagabria ha investito quattro milioni di euro e non è disposto a cederlo per meno di otto. L’idea di Preziosi è quella di rimandare ogni possibile discorso sulla cessione, in prestito o in comproprietà, a salvezza raggiunta.