Seguendo i movimenti di mercato dell’Inter la direzione sembra davvero chiara, confermata poi dalle ultime interviste di Erick Thohir che è stato molto diretto su alcune questioni, prima tra tutte quella del seguire il principio di vendere prima di acquistare. E allora nei suoi interventi sulla stampa e attraverso i media in generale ha annunciato a chiare lettere il fatto di dover privarsi di alcuni pezzi – anche pregiati –  dello scacchiere a disposizione di Mancini per poter effettuare un mercato degno di questo nome.

Uno dei nomi in cima a questa ipotetica lista delle cessioni eccellenti è senza dubbio quello di Marcelo Brozovic. Le quotazioni del croato sono cresciute tantissimo dal momento dell’acquisto nerazzurro poiché Brozovic si è rivelato estremamente prezioso nel corso di stagione, quando Mancini lo ha impiegato con invidiabile frequenza accorgendosi che l’architettura dell’Inter mancava di una chiave di volta, di un elemento cioè che potesse fare da raccordo tra i reparti e che fungesse da cervello della squadra, non potendo contare da questo punto di vista né su Medel, né su Melo, né sull’acquisto più dispendioso dell’estate 2015 Geoffrey Kondogbia.

Vendere Brozovic, che l’Inter valuta sui 30 milioni di euro, significherebbe fare una plusvalenza pazzesca (quai 25 milioni di euro). Praticamente una manna dal cielo per le deficitarie finanze nerazzurre. Brozovic è già nel mirino di parecchi club, soprattutto di Premier League ma, attualmente, sembrerebbe in vantaggio l’Atletico Madrid con il quale esisterebbe già una trattativa in essere. A Milano, sede della finale di Champions League tra Atletico e Real Madrid, è avvenuto l’incontro tra Manuel Angel Gil, a.d. dell’Atletico, Piero Ausilio, d.s. dell’Inter e alcuni rappresentanti della Doyen Sports, il fondo che spesso interviene direttamente nel mercato dell’Atletico.

L’ipotesi di una probabile cessione di Brozovic è stata in qualche maniera predetta anche dall’agente stesso del giocatore, quando cioè non più tardi di una settimana fa Miroslav Bicanic, avevadichiarato: “Ausilio è andato in Inghilterra? Allora vuol dire che ha intenzione di venderlo. Marcelo è combattuto perché in questo momento sta bene nella città di Milano e all’Inter, ma vorrebbe giocare la Champions l’anno prossimo. La mia personale opinione è che lui resterebbe se l’Inter gli offrisse un contratto migliore e che merita, al livello dei migliori giocatori in rosa“.