Negli ultimi anni il calciomercato Inter è stato caratterizzato da un notevole attivismo nella sessione invernale, e la cosa potrebbe ripetersi anche per ciò che riguarda il prossimo mese di gennaio. Secondo il tabloid inglese Evening Standard, i nerazzurri avrebbero messo decisamente nel mirino il difensore serbo del Chelsea Branislav Ivanovic, in scadenza con i Blues il prossimo 30 giugno. Di fatto, il club di Thohir vorrebbe replicare il ratto di un altro celebre serbo d’Inghilterra, Nemanja Vidic, prelevato a parametro zero dal Manchester United, augurandosi ovviamente maggior fortuna. Ivanovic, 31 anni, è al Chelsea dal 2008 e nel 2013 è stato l’autore della rete in extremis che ha regalato all’allora squadra di Benitez l’Europa League nella finale contro il Benfica.

Il Chelsea vorrebbe trattenere il giocatore, da otto stagioni punto fermo inamovibile della sua difesa con qualunque allenatore, ma la sua policy interna vuole che agli over 30 non si offrano contratti più lunghi di una stagione. Da parte sua, Ivanovic gradirebbe restare ma con un contratto più lungo, guarda caso quello che è disposto a offrirgli l’Inter: i nerazzurri mettono sul piatto un biennale con opzione per un terzo anno, nonché la possibilità di recitare un ruolo da protagonista (cosa che al Chelsea, presto impegnato in una probabile rifondazione, non gli sarà garantita). Anche l’agente di Ivanovic, Zoran Krneta, ha ammesso la possibilità di un trasferimento in nerazzurro, “ma solo a partire dalla prossima estate”.

Impiegato quasi sempre da terzino destro, Ivanovic, pupillo di Ancelotti, è in realtà nato come centrale difensivo, ed è proprio questa sua abilità nel giostrare in entrambi i ruoli che piace tanto a Roberto Mancini. La sua Inter brilla per solidità difensiva, ma questo è essenzialmente merito della coppia Miranda-Murillo e dell’imponente filtro a centrocampo: sugli esterni c’è qualche problema – Montoya ha deluso, mentre D’Ambrosio e Nagatomo sono poco più di rincalzi – e le alternative ai centrali titolari non convincono. Con Ivanovic si rimedierebbe in un colpo agli unici due limiti di un reparto che si sta confermando tra i migliori d’Italia. E, cosa da non sottovalutare in questi tempi grami, lo si farebbe gratis.