Nell’ultima giornata di campionato l’Inter, vincendo al Matusa contro il Frosinone ha avvicinato, per così dire – la Roma, fermata all’Olimpico dal Bologna, di sei lunghezze per altrettante gare da disputare per la conclusione di una stagione che forse non ha ancora cessato di sorprendere. 18 punti in totale da conquistare per un testa a testa tra i due club che si annuncia molto complicato per i nerazzurri, che però sperano in una striscia positiva e in un eventuale débacle giallorossa per riaccendere il sogno di qualificazione ai preliminari di Champions League.

A prescindere dal fatto che si raggiunga o meno questo benedetto ingresso secondario per la Champions, l’Inter sembra già in totale fermento per la prossima stagione, anche prima di conoscere le reali possibilità economiche e l’eventuale partecipazione alla competizione europea maggiore che cambierebbe di netto le prospettive di mercato. Invece in casa Inter si è già sicuri sui nomi da fare per gli acquisti dell’estate.

Uno tra i probabilissimi dovrebbe essere Caner Erkin, ventisettenne terzino sinistro, già opzionato da tempo e con visite mediche già svolte. Praticamente un’anomalia per i giocatori del club turco del Fenerbahce, autorizzazione che non è stata mai concessa a nessuno prima di lui e per il quale il presidente gialloblu Aziz Yildirim, dopo una furibonda lite tra il giocatore e l’allenatore portoghese Vitor Pereira, lo ha messo fuori rosa decretandone di fatto la cessione. Erkin arriverà dunque a Milano dal 1° luglio, alla scadenza del suo contratto, e siglerà un accordo quadriennale a 2 milioni di euro annui più bonus.

Intanto Erick Thohir è atteso sabato a Milano dove è assisterà al big match serale del Meazza tra Inter e Napoli. Dopodiché il presidente indonesiano si dedicherà alle delicate questioni societarie per ridiscutere con Massimo Moratti della posizione dell’ex presidente nerazzurro e per vagliare la disponibilità da parte di nuovi finanziatori provenienti dal Kuwait.