L’incontro tra Ausilio e Gino Pozzo a Milano per l’arrivo di Murillo dal Granada all’Inter in questa finestra di mercato non ha dato buoni frutti con il club spagnolo che mirando alla salvezza vorrebbe trattenere il difensore fino a giugno. Nessun problema allora in casa nerazzurra che è in procinto di mettere a segno un altro colpo con il piano B (o meglio C, visto che l’ipotesi Rolando è sfumata a causa dell’e esose richieste del Porto), ovvero il difensore centrale del Gremio Rhodolfo.

Dopo uno scambio di mail con il club brasiliano l’Inter potrebbe chiudere subito la trattativa visto che l’accordo è già stato trovato sulla base del prestito con diritto di riscatto a giugno 2015. Solita formula dunque, con 300 mila euro subito e 3,5 milioni a scadenza del prestito, nell’eventualità. Rhodolfo è un ’86 e quindi non un giocatore di primo pelo, vicinissimo alla Juventus nel 2011 e ala Roma di Zeman nel 2012, che potrebbe tornare molto utile nell’assetto difensivo di Mancini, con Ranocchia e Andreolli fuori uso.