Ancora lui, Super Mario Balotelli. Il calciomercato invernale potrebbe avere come protagonista l’attaccante ex Milan, che dopo le deludenti prestazioni con la maglia del Liverpool sembra non avere più alcuna possibilità di rivalsa. Dieci presenze in campionato e zero goal, in Champions League solo uno contro il mediocre Ludogorets, e un altro in Coppa di Lega ai danni del modesto Swansea. A peggiorare la situazione sono le esternazioni – non certo al miele – del mister Brendan Rodgers, che dichiara: “Se la squadra dovesse avere bisogno di lui come giocatore che entra dalla panchina, Mario dovrebbe abituarsi”.

Se oltremanica su Super Mario si sono spenti i riflettori, in Italia c’è ancora chi crede in lui e nel suo grande potenziale (mai espresso in maniera definitiva e continuativa ndr). La vigilia di Natale, Mancini rispondendo alla domanda se voleva prima o poi Mario Balotelli, ha dichiarato: “Se tornasse forte com’era un tempo sì. E chi, così, non lo rivorrebbe? Dipende tutto da lui”.

Gli agenti di mercato meneghini sono al lavoro anche su altri fronti: si parla di Lukas Podolski e Lassana Diarra, con il secondo che ha già effettuato le visite mediche e si sta aspettando il via libera da parte del Lokomotiv Mosca, da cui il giocatore si era svincolato a fine agosto e con cui è in corso una causa legale.