E’ stata pubblicata dal blog 101 Great Goals la lista dei 101 migliori giovani calciatori del 2014 – l’erede di quella che fino al 2011 era nota come la “Lista di Don Balòn”, prima che la rivista spagnola chiudesse per fallimento; uno strumento importante per gli uomini del calciomercato italiano, che devono fare i conti con la fame di talento dei nostri club, sommata alle ristrettezze economiche in cui versano ormai da anni. Come accadeva per quella di Don Balòn, anche questa lista (che è in ordine alfabetico, non è una classifica) prevede un solo, grande criterio di inclusione: l’essere nati dopo il primo gennaio 1993, ovvero avere al massimo 21 anni al momento della stesura. Forse un po’ troppo filo-inglese (un terzo dei selezionati proviene da Oltremanica), ma comunque interessante; ah, ci sono addirittura degli italiani.

I 101 migliori talenti del 2014

1. Rolando Aarons (C, Newcastle United, 19) – Ala di origine giamaicana dalla straripante forza fisica, ha segnato due reti nelle sue due prime apparizioni, tra cui una splendida contro il Manchester City.

2. Paco Alcacer (A, Valencia, 21) – Attaccante rapido e dotato di un gran tiro, è già un punto fermo del Valencia e ha messo dentro tre gol nelle sue prime cinque presenze con la maglia della Roja.

3. Eder Álvarez Balanta (D, River Plate, 21) – Difensore colombiano, da tre anni in Argentina coi Millonarios, ha già attirato l’attenzione di mezza Europa, Serie A compresa.

4. Gabriel “Gabigol” Barbosa (A, Santos, 18) – In Brasile lo hanno già ribattezzato “il nuovo Neymar”: in realtà, 21 reti al primo anno da professionista non li aveva segnati nemmeno l’asso del Barcellona.

5. Ross Barkley (C, Everton, 20) – centrocampista estroso, elegante e con l’innato senso della giocata spettacolare, immediatamente paragonato in patria a Paul Gascoigne.

6. Saido Berahino (A, WBA, 21) – rapido ed essenziale, il nativo del Burundi è il giocatore-rivelazione di questa Premier League, dove al momento si è imposto come il top scorer tra i giocatori di passaporto inglese.

7. Domenico Berardi (A, Juventus/Sassuolo, 20) – uno dei migliori prospetti del calcio italiano, che la Juventus si è già assicurata da tempo prima di mandarlo in provincia a farsi le ossa. Deve imparare a controllare il suo carattere bizzoso.

8. Juan Bernat (D, Bayern Monaco, 21) – Intuizione geniale di Pep Guardiola, che usa il mancino spagnolo indifferentemente sulla linea difensiva o a centrocampo, esattamente come fa con Alaba e Lahm.

9. Isaiah Brown (A, Chelsea, 17) – Per ora i Blues lo tengono nella squadra U21, ma c’è da scommettere che presto lo vedremo tra i grandi. Ha segnato una doppietta contro l’Italia U19 la scorsa settimana.

10. Bruma (A, Galatasaray, 20) – Un grave infortunio al ginocchio ha rallentato l’esplosione di questo esterno offensivo portoghese, ma l’interesse dei grandi club non è affatto scemato.

11. Hakan Calhanoglu (C, Bayer Leverkusen, 20) – Non sorprende che il Leverkusen abbia sborsato oltre 15 milioni di euro per questo turco di Germania mago dei calci piazzati, in lizza per il Premio Puskas grazie a un suo capolavoro di gol contro il Borussia Dortmund

12. Calum Chambers (D, Arsenal, 19) – Uno dei migliori prodotti dell’eccellente accademia del Southampton, che Arsene Wenger giustamente non si è lasciato sfuggire.

13. Kingsley Coman (A, Juventus, 18) – E’ un bel segnale che il più giovane giocatore a essere sceso in campo con la maglia del PSG abbia scelto la Juve e non la Premier League. Soprattutto perché questo trequartista veloce e tecnico è bravo davvero.

14. Daniel Crowley (A, Arsenal, 17) – Uno dei migliori attaccanti della UEFA Youth League, talmente bravo che l’Arsenal sta pensando di mandarlo in prestito per meglio prepararlo a un prossimo inserimento in prima squadra.

15. Memphis Depay (A, PSV, 20) – Due gol ai Mondiali brasiliani, 12 in 13 presenze in questa stagione al PSV dominatore dell’Eredivisie, hanno ormai consacrato a uomo-immagine del club di Eindhoven e a miglior talento attualmente presente nel campionato olandese.

16. Gerard Deulofeu (A, Barcellona/Siviglia, 21) – Ennesimo prodotto di eccellenza della cantera blaugrana, questo attaccante talentuoso si è messo in mostra nell’ultima stagione con la maglia dell’Everton e ha già guadagnato una convocazione in nazionale.

17. Baldé Diao Keita (A, Lazio, 19) – Brava la Lazio a soffiare questo attaccante spagnolo di origine senegalese all’inesauribile miniera di talenti che è la Masia di Barcellona. Cinque reti nello scorso campionato di Serie A più una in Europa League.

18. Eric Dier (D, Tottenham, 20) – Ha raggiunto la fama segnando all’esordio assoluto in Premier League il gol decisivo all’ultimo minuto contro il West Ham. In realtà Dier è un difensore centrale, che può essere impiegato anche come laterale destro.

19. Lucas Digne (D, PSG, 21) – Come dimostrano i quasi 20 milioni di euro spesi dal PSG nell’estate 2013 e le 7 presenze con la nazionale francese, parliamo di uno dei migliori terzini sinistri al mondo in prospettiva.

20. Jean Marie Dongou (A, Barcelona, 19) – centravanti, nato a Doual (Camerun), colori blaugrana, maglia numero 9: inevitabile paragonarlo a Samuel Eto’o, rispetto al quale tuttavia è più basso ma più potente.

21. Julian Draxler (C, Schalke, 21) – esordiente all’età di 16 anni (già oltre 100 presenze per lui in Bundesliga), l’ala dello Schalke e della nazionale campione del mondo è da anni uno dei talenti in attesa della definitiva consacrazione.

22. Paulo Dybala (A, Palermo,21) – Magari Zamparini esagera nel valutarlo 40 milioni di euro, ma questo piccolo argentino, in cui molti vedono qualcosa di Sergio Aguero, ha un futuro luminoso davanti a sé.

23. Anwar El Ghazi (A, Ajax, 19) – Attenzione a questo funambolo prodotto del vivaio dello Sparta Rotterdam, primo giocatore a bucare il Barcellona al Camp Nou in questa stagione: ha tutto per diventare uno dei giocatori più divertenti dei prossimi anni

24. Munir El Haddadi (A, Barcelona, 19) – Lanciato in prima squadra grazie alla squalifica di Suarez, l’ennesimo attaccante spuntato dal vivaio del Barça ha già dimostrato qualità e maturità sufficienti per reggere l’impatto con il calcio dei grandi

25. Jack Harper (A, Real Madrid, 18) – Scozzese nato in Spagna, è considerato uno dei prospetti più intriganti del calcio spagnolo. E’ paragonato, per caratteristiche fisiche e tecniche, a Robin Van Persie

26. Breel Embolo (A, Basilea, 17) – A 17 anni il camerunese è già titolare in una squadra da media Champions League, come il Basilea. Per dire: la mattina dopo aver segnato al Lugodorets è andato a scuola per seguire le lezioni.

27. Gianluca Gaudino (C, Bayern Monaco, 18) – La Juventus ha già messo gli occhi su questo figlio d’arte per il dopo-Pirlo.

28. Jose Gaya (D, Valencia, 19) – Terzino sinistro di spinta, a lui è affidato il compito di continuare la tradizione dei grandi esterni bassi valenciani, come Jordi Alba e Juan Bernat.

29. Matthias Ginter (D, Borussia Dortmund, 20) – Il Borussia Dortmund sta vivendo una stagione difficile e ciò ha complicato le cose anche per lui, che resta comunque il difensore centrale più promettente di Germania.

30. Derlis Gonzalez (A, Basilea, 20) – Veloce a tal punto da essersi meritato l’ovvio soprannome di “Speedy” Gonzalez, aggiunge alla rapidità la tipica garra degli attaccanti sudamericani.

31. Jack Grealish (C, Aston Villa, 19) – Questo centrocampista offensivo, capace di giocare anche come esterno d’attacco, è al centro di un’autentica guerra tra la Federcalcio inglese e quella irlandese, entrambe desiderose di assicurarlo alla propria nazionale.

32. Julian Green (A, Amburgo, 19). In Bundesliga ancora devono accorgersi di lui, ma l’americano è pur sempre il giocatore più giovane a essere andato in gol durante gli ultimi Mondiali.

33. Raphaël Guerreiro (D, Lorient, 20) – Il franco-portoghese è tra i più notevoli terzini sinistri di prospettiva, titolare inamovibile con il Lorient in Ligue 1 e autore del gol decisivo nell’ultima amichevole del suo Portogallo contro l’Argentina.

34. Alen Halilovic (A, Barcellona, 18) – Del Messi croato si parla molto già da un paio d’anni, da quando divenne il più giovane giocatore a scendere in campo con la maglia della Dinamo Zagabria. Dal maggio 2014 ha raggiunto il Messi argentino in Catalogna.

35. Thorgan Hazard (C, Chelsea/Borussia Monchengladbach, 21) – Fratello d’arte nonché di ruolo, si sta facendo le ossa in Bundesliga in attesa che José Mourinho voglia ricongiungerlo a Eden in maglia Chelsea.

36. Pierre-Emile Hojbjerg (C, Bayern Monaco, 19) – E’ recentemente diventato il più giovane giocatore mai utilizzato dal Bayern in Bundesliga. Nel dream team di Guardiola c’è poco spazio, tuttavia, e il danese si sta guardando attorno

37. Will Hughes (C, Derby County, 19) – Centrocampista box-to-box che milita attualmente nella seconda divisione inglese, Hughes sembra pronto al grande salto nella massima serie.

38. Jordon Ibe (A, Liverpool/Derby County, 18) – Esterno d’attacco paragonato a Raheem Sterling, di cui è grande amico, potrebbe presto raggiungerlo in maglia rossa, visto che il Liverpool ne detiene il cartellino.

39. Mauro Icardi (A, Inter, 21) – Finalmente l’argentino sembra essersi convinto a far parlare di sé non soltanto per il gossip, ma anche per ciò che fa in campo. Forte fisicamente, pressoché ambidestro, freddo davanti alla porta: Maurito è tra gli attaccanti U21 più completi del panorama europeo.

40. Juan Iturbe (A, Roma, 21) – I 30 milioni versati dalla Roma per strapparlo alla concorrenza di Juventus e Milan hanno creato enormi aspettative che, per il momento, l’ex Porto e Verona non ha ripagato. Ma la classe di questo velocissimo argentino non è in discussione.

41. Alireza Jahanbakhsh (NEC Nijmegen, 21) – Già sei gol in 13 incontri di Eredivisie, per questo giovane iraniano dal nome impronunciabile, affermatosi come uno dei prospetti più interessanti provenienti dal campionato olandese.

42. Adnan Januzaj (C, Manchester United, 19) – Tra i pochi Red Devils a salvarsi dal disastro dell’anno scorso, la perla kosovara di passaporto belga è in grado di giocare in qualunque posizione alle spalle dell’attaccante centrale. Per le sue caratteristiche tecniche, a Old Trafford è stato inevitabile pensare al primo Cristiano Ronaldo.

43. Tin Jedvaj (D, Roma/Bayer Leverkusen, 18) – Da Leverkusen, dove è in prestito dalla Roma, dicono che la virtù migliore di questo difensore croato è la versatilità. Finora ha brillato giocando in tutte le posizioni della difesa.

44. Harry Kane (A, Tottenham, 21) – Oltremanica lo hanno già avvicinato a Teddy Sheringam, per intelligenza e astuzia nei movimenti. Partito come riserva di Adebayor e Soldado, sta rapidamente riscrivendo le gerarchie a suon di gol: già 10 in 14 presenze stagionali, di cui 7 in 6 gare di Europa League

45. Davy Klaassen (C, Ajax, 21) – Centrocampista offensivo dalla grande sensibilità per l’assist, è considerato il miglior prodotto del vivaio Ajax degli ultimi anni

46. Mateo Kovacic (C, Inter, 20) – Talento abbagliante, anche se finora discontinuo, il croato deve ancora trovare la sua definitiva collocazione in campo (regista, mezz’ala o trequartista?). Quando lo farà, avrà ben pochi rivali.

47. Aymeric Laporte (D, Athletic Bilbao, 20) – Con oltre 60 presenze nella Liga a 20 anni di età, il basco di Francia è tra i più interessanti prospetti difensivi d’Europa ed è già valutato più di 30 milioni di euro.

48. Ruben Loftus-Cheek (Chelsea, 18) – A Londra sognano di avere in casa il nuovo Pogba, senza aver bisogno di spendere 50 milioni di euro per quello originale.

49. Hirving Lozano (A, Pachuca, 19) – In Messico ne sono sicuri, “El Chucky” è il prossimo crack del calcio centramericano.

50. Romelu Lukaku (A, Everton, 21) – Un altro che non manca mai in questo genere di liste, se non altro perché ha cominciato a far parlare di sé ancora minorenne. 32 gol nelle ultime due Premier League non hanno convinto il Chelsea a puntare su di lui: buon per l’Everton.

51. Awer Mabil (A, Adelaide United, 19) – Il giovane esterno offensivo keynota è osservato speciale di molti club europei, Ajax in testa.

52. Lazar Markovic (C, Liverpool, 20) – Le mirabilie con il Benfica hanno convinto il Liverpool a investire 20 milioni di sterline per questa ala serba dal talento luminoso. Approccio in PL difficile, ma il futuro è garantito.

53. Marquinhos (D, PSG, 20) – Acquistato dai parigini per 32 milioni di euro, ha finora faticato a ritagliarsi un posto da titolare accanto al connazionale Thiago Silva, di cui è considerato il legittimo erede.

54. Hachim Mastour (A, Milan, 16) – L’unico rossonero in lista è anche uno dei più giovani in assoluto. Per ora lo si conosce perlopiù grazie ai mirabolanti filmati che lo vedono immancabilmente saltare i pari età come birilli impotenti. All’estero lo paragonano a Cristiano Ronaldo, per noi somiglia più al primissimo Ronaldinho. Si casca in piedi, comunque.

55. Paddy McNair (D, Manchester United, 19) – Basti dire che in questa disgraziata stagione il Manchester United ha vinto quattro partite, di cui tre con il nordirlandese in campo a dar solidità a una difesa malsicura come non mai.

56. Benjamin Mendy (D, Marseille, 20) – Per molti osservatori, sarà Mendy il prossimo crack mondiale per ciò che riguarda il ruolo di terzino sinistro.

57. Maximilian Meyer (A, Schalke, 19) – Esploso nella scorsa Bundesliga, si è meritato una chiamata da Low nelle pre-selezioni per i Mondiali (poi è stato scartato). E’ considerato il nuovo Mario Gotze.

58. Arkadiusz Milik (A, Bayer Leverkusen/Ajax, 20) – Centravanti polacco che il Bayer ha mandato a crescere in Olanda, con buoni risultati: cinque gol nelle prime sei presenze coi Lancieri, e altri cinque in 13 presenze in nazionale.

59. Aleksandr Mitrovic (A, Anderlecht, 20) – L’anno scorso, il poderoso attaccante serbo è diventato l’acquisto più costoso della storia dell’Anderlecht. Ha ripagato la fiducia segnando 21 reti nelle prime 43 presenze in maglia biancomalva. Su di lui ci sono Atletico Madrid, Chelsea e Milan.

60. Saúl Ñíguez (D, Atlético Madrid, 19) – Per le sue qualità di rubapalloni, in Spagna lo hanno già paragonato a Sergio Busquets.

61. Nikola Ninkovic (Partizan Belgrade, 19) – Ormai da anni considerato tra i trequartisti più promettenti d’Europa, è ancora in attesa della chiamata della vita.

62. Jan Oblak (Atletico Madrid, 21) – Altro prodotto della florida scuola slovena di portieri, l’Atletico l’ha prelevato dal Benfica per sostituire Courtois. Per ora ha avuto poco spazio: peccato, perché l’anno scorso ha mantenuto la porta inviolata in 13 delle 16 partite disputate.

63. Lucas Ocampos (Monaco, 20) – Trequartista funambolico quanto potente dal punto di vista fisico, in Argentina ha vinto uno dei mille paragoni con Cristiano Ronaldo, benché rispetto al portoghese manchi finora di senso del gol (solo 16 in 113 presenze tra River Plate e Monaco).

64. Martin Odegaard (C, Stromsgodset, 15) – Uno che segna cinque gol in un campionato professionistico europeo, quello norvegese, e che conta già tre presenze in nazionale, il tutto a 15 anni di età, non può non essere sui taccuini di mezzo mondo.

65. Divock Origi (A, Liverpool/Lille, 19) – La sua straripante forza fisica ha stupito tutti ai Mondiali e i tifosi del Liverpool non hanno visto di buon occhio la sua cessione in prestito al Lille, considerati anche i problemi offensivi dei Reds.

66. Alex Oxlade-Chamberlain (C, Arsenal, 21) – Grazie alla sua corsa e ai suoi assist, Ox è diventato gradualmente un elemento chiave sia nei Gunners che in nazionale. E, anche se è in ballo da molto tempo, di anni ne ha solo 21.

67. Lucas Piazon (C, Chelsea/Eintracht Frankfurt, 20) – Una delle tante promesse che il Chelsea ha sparpagliato in giro per l’Europa. Bene l’anno scorso al Vitesse, il trequartista brasiliano non ha finora impressionato in Bundesliga.

68. Paul Pogba (C, Juventus, 21) – A soli 21 anni, il Polpo bianconero può già essere considerato il miglior all-around del mondo. Giocatore carico di virtù e praticamente privo di difetti, tra quelli presenti in questa lista è probabilmente il più forte al momento.

69. José Ángel Pozo (A, Manchester City, 18) – Magari il parallelo non sarà appropriatissimo, visto che parliamo di un prodotto della cantera del Real Madrid, ma, toh!, eccone un altro che paragonano a Messi.

70. Dennis Praet (C, Anderlecht, 20) – In proporzione alle sue dimensioni, in questo periodo il Belgio è il paese col miglior settore giovanile d’Europa. Dennis Praet, mediano filiforme con già oltre 100 presenze in maglia l’Anderlecht, rappresenta solo l’ultimo capitolo.

71. Juan Quintero (C, Porto, 21) – Il Porto ha strappato al Pescara questo mancino di classe purissima come il connazionale James Rodriguez per pochi milioni di euro. Se quella dei Dragoes è considerata, a ragione, una delle dirigenze più competenti al mondo, è anche per cose come queste.

72. Adrien Rabiot (C, PSG, 19) – Arsenal e Roma gli hanno schiumato attorno per tutta l’estate attorno, alla fine lui si è fatto convincere dal quinquennale offertogli dai parigini, convinti di avere già in casa uno dei migliori mediani bassi dei prossimi anni.

73. Sandro Ramirez (A, Barcellona, 19) – Già tre reti in sette presenze con i blaugrana per uno dei mille figli del gravido ventre della cantera blaugrana.

74. Karim Rekik (D, Man City/PSV, 19) – Su questo forte difensore olandese di proprietà del City ma in prestito biennale al PSV è forte l’interessamento della Juventus.

75. Patrick Roberts (A, Fulham, 17) – A Londra stravedono tutti, Magath in testa, per questo minuscolo attaccante classe ’97, che sta dando bella mostra di sé nella Championship inglese.

76. Jese Rodriguez (A, Real Madrid, 21) – Prima del grave infortunio ai legamenti dello scorso marzo, Jese si stava imponendo come una delle sorprese più piacevoli del Real di Ancelotti. Ha segnato cinque gol in cinque presenze ai Mondiali U20 del 2013.

77. Antonio Rudiger (D, Stoccarda, 21) – Titolare nello Stoccarda dal 2012, Rudiger è già nel mirino della sua squadra del cuore, l’Arsenal, che lo vorrebbe già a gennaio.

78. Sergi Samper (C, Barcellona, 19) – Centrocampista difensivo ovviamente paragonato a Sergio Busquets, ha fatto il suo debutto ufficiale in maglia blaugrana contro l’APOEL in Champions League. Ha recentemente vinto il premio “Giocatore catalano più promettente”.

79. Simone Scuffet (P, Udinese, 18) – Il suo folgorante debutto della scorsa stagione lo ha proiettato nella lista dei desideri di mezza Europa, ma lui ha preferito restare a Udine. Un infortunio lo ha tolto di mezzo in questa prima fase di stagione, starà a lui riprendersi il posto che gli appartiene.

80. Luke Shaw (D, Manchester United, 19) – La sua splendida annata con il Southampton ha convinto il Manchester United a farlo diventare il più costoso teenager mai approdato a Old Traffort: 30 milioni di sterline. Soldi ben spesi, perché Shaw è già ora uno dei top player nel ruolo di terzino sinistro.

81. Dominic Solanke (A, Chelsea, 17) – Il club di Abramovich ha tante stelline sparse in giro per l’Europa, ma solo una è cresciuta nel vivaio londinese: Solanke, appunto, che ha di recente festeggiato il suo debutto ufficiale in maglia Blues in Champions League contro il Maribor.

82. Raheem Sterling (A, Liverpool, 19) – Una strepitosa stagione con il Liverpool, un ottimo Mondiale con la pur deludente Inghilterra, hanno fatto di questa velocissima ala uno dei migliori prospetti offensivi del calcio europeo.

83. John Stones (D, Everton, 20) – A 20 anni, Stones è già titolare inamovibile coi Toffees, sia nel ruolo di centrale che di terzino destro. Già 4 presenze con la maglia della nazionale dei Tre Leoni.

84. Denis Suarez (C, Barcellona/Siviglia, 20) – In Catalogna sperano che il prestito a Siviglia aiuti Suarez a compiere la missione per cui è cresciuto, ovvero prendere il posto di una leggenda come Xavi nel centrocampo blaugrana.

85. Adam Taggart (A, Fulham, 21) – Capocannoniere del campionato australiano, è ancora fermo ai box per infortunio, ma le sue qualità non si discutono.

86. Talisca (C, Benfica, 20) – Mezza Europa ha gli occhi puntati su Lisbona, dove sta imperversando questo campioncino brasiliano che in molti, non a torto, paragonano a Rivaldo. Può giocare a destra e al centro, ha già segnato otto reti nelle prime 10 gare coi lusitani e il Chelsea sembra pronto a offrire 50 milioni per assicurarsi le sue prestazioni.

87. Humam Tariq (A, Al Dhafra, 18) – Gioca nel campionato iracheno dall’età di 15 anni e in nazionale da quando ne ha 16, è’ considerato il miglior prospetto del calcio mediorientale.

88. Youri Tielemans (C, Anderlecht, 17) – Raccogliere 43 presenze nella massima serie a 17 anni di età significa essere bravi, e Tielemans lo è davvero: ambidestro, grandi doti di playmaking ma eccellente anche come interditore.

89. Adama Traore (A, Barcellona, 18) – Un altro ragazzotto su cui a Barcellona si sprecano complimenti. E’ famoso soprattutto per gli assist e per la straordinaria abilità nel dribbling.

90. Salih Ucan (Fenerbahce/Roma, 20) – A Roma si è visto poco, ma solo perché ha davanti gente come Pjanic e Nainggolan: le doti della mezz’ala turca non sono in dubbio.

91. Raphael Varane (D, Real Madrid, 21) – Di uno così, già punto fermo del Real campione d’Europa e della Francia (di cui è già stato capitano), è impossibile dire qualcosa che già non si conosca. Il miglior difensore U25 d’Europa.

92. Tonny Vilhena (A, Feyenoord, 19) – Centrocampista mancino di qualità, è tra gli osservati speciali di molti club di Serie A, col Milan in pole position.

93. Timo Werner (A, Stoccarda, 18) – Enfant du pays, in quel di Stoccarda ha già segnato 62 gol in 92 presenze, contando anche le squadre giovanili. Attaccante completo e straordinariamente versatile, ricorda da vicino Thomas Muller.

94. Jetro Willems (D, PSV, 20) – E’ da un paio d’anni uno dei migliori terzini sinistri dell’Eredivisie e non manca molto alla prima chiamata importante.

95. James Wilson (A, Man United, 18) – Si è guadagnato la permanenza a Old Trafford con una doppietta al suo debutto in Premier League, la scorsa stagione. Con compagni del calibro di Rooney, Falcao e Van Persie, comunque, il suo sarà un anno di apprendistato.

96. Seung-Woo Lee (A, Barcelona, 16) – Il Messi coreano ha già strabiliato tutti nell’U16 asiatico della scorsa estate. Nonostante l’età, è in predicato di debuttare in prima squadra già durante questa stagione.

97. DeAndre Yedlin (D, Seattle Sounders/Tottenham, 21) – Terzino destro dalla straordinaria velocità, è’ considerato uno dei migliori talenti a stelle e strisce. Il Tottenham lo ha acquistato in estate e aspetta di abbracciarlo il prossimo gennaio.

98. Luka Zahovic (A, Maribor, 19) – Figlio della leggenda slovena Zlatko, ha già dimostrato di avere buoni gèni segnando nove gol in campionato nei primi due mesi, timbrando anche in Champions League contro lo Sporting Lisbona.

99. Gedion Zelalem (C, Arsenal, 17) – Tedesco di sangue etiope cresciuto calcisticamente in America ed esploso nelle giovanili dell’Arsenal, dove lo paragonano già a Fabregas per la sua abilità nel playmaking.

100. Enzo Zidane (C, Real Madrid, 19) – Per ora, dal padre sembra aver preso il ruolo e qualche movenza. Se ha preso anche tutto il resto a Madrid sono a posto per altri 10 anni.

101. Kurt Zouma (D, Chelsea, 20) – Mourinho ha sborsato 15 milioni di euro al St. Etienne per assicurarsi un difensore in grado di ricevere l’ingombrante eredità di John Terry. Non sarà facile, ma José non è uno che butta i soldi a caso.