Mentre il passaggio ai cinesi è in dirittura d’arrivo, comincia il tam-tam mediatico sui nuovi acquisti del Milan. Un profilo che intriga parecchio l’attaccante del Manchester United Memphis Depay.

SVILUPPO ECONOMICO

L’espansione societaria dipenderà dalle sponsorizzazioni: la Sino Europe Sports, il cui ramo per la gestione del Milan avrà sede in Lussemburgo, ha già individuato in Cina gli sponsor, i negozi e le reti di vendita. Dagli sponsor il Milan ricava attualmente 70 milioni, ma in poco tempo il consorzio è convinto di poter raddoppiare la cifra. Scartata la condivisione di San Siro con l’Inter, i cinesi stanno pensando a un nuovo impianto da 60 mila spettatori o al monopolio del Meazza.

AL BANDO DA MOU

Altro obiettivo molto importante è di creare una squadra competitiva grazie anche all’arrivo di campioni. Gli investitori vorrebbero subito un fuoriclasse per promuovere il marchio, ma appare complicato convincere uno tra i primi 20 del mondo a non giocare nemmeno l’Europa League. Pur con un budget sostanzioso già a gennaio, è probabile quindi che i botti di mercato verranno sparati la prossima estate. Proprio per questo va presa con la dovuta cautela la notizia del Sun, secondo cui la nuova dirigenza sarebbe seriamente interessata a Memphis Depay. A spingere verso la riuscita dell’operazione la scarsa considerazione di Mourinho. In questa stagione ha messo a referto solamente due presenze in Premier League e una in Europa League.

IPOTESI PRESTITO

Ritenuto in patria come uno dei migliori talenti in circolazione, Depay sarebbe pronto a cambiare aria. Autore di buone prestazioni coi Diavoli Rossi nella scorsa annata (sette gol in quarantaquattro presenze), il giocatore avrebbe intenzione di andare in una squadra che gli possa garantire maggiore continuità. Nella finestra di mercato invernale, il Milan potrebbe ottenere il giocatore in prestito, per poi definire l’acquisto a titolo definitivo la prossima estate. Operazione dal costo complessivo di circa 30 milioni di euro.