La Cina può aspettare. Cristiano Ronaldo ha declinato le avance del ricco campionato asiatico. Non è bastata l’offerta folle a convincere il Pallone d’Oro.

PROPOSTA INDECENTE

Un club avrebbe messo sul piatto 300 milioni di euro per il Real Madrid e 100 all’anno per il fuoriclasse portoghese. Cifre mai sentite prima, che demolirebbero l’offerta monstre di 38 milioni dello Shangai Shenhua a Carlos Tevez, immancabilmente accettata. A rivelare l’offertona confezionata per CR7 l’agente Jorge Mendes, che ai microfoni di Sky Sport ha confermato le indiscrezioni raccolte da alcuni quotidiani sportivi. “Dalla Cina hanno offerto 300 milioni al Real e più di 100 all’anno al calciatore – ha dichiarato Mendes – Ma il denaro non è tutto. Il Real Madrid è la sua vita, Cristiano è felice a Madrid ed è impossibile che vada in Cina”.

“I SOLDI NON SONO TUTTO”

Secondo il noto procuratore Cristiano Ronaldo, che percepisce 23 milioni di euro dalle “Merengues”, non intende farsi sedurre dalle sirene che arrivano da Oriente. “E’ felice al Real Madrid. La Cina è un nuvo mercato e possono comprare molti giocatori. Ma per Cristiano non si può fare, è impossibile che vada lì. Continuerà a giocare nel Real Madrid. I soldi non sono tutto nella vita”. La notizia era rimbalzata su parecchie testate specializzate con titoli come “Che bestialità” oppure “Offertona dalla Cina”. Mendes ha lasciato dedurre che l’offerta c’è stata, ma che è stata rispedita al mittente. “È normale che ci siano stati contatti – ha detto l’agente -. Lui è il miglior calciatore del mondo, e di tutti i tempi. Cento milioni all’anno? Di più”. Il procuratore portoghese, tra i più affermati del panorama calcistico, ha tra i suoi assistiti pure il colombiano James Rodriguez. Poco considerato da Zinedine Zidane, alla domanda se questi possa lasciare il Real ecco la sua lapidaria risposta: “vediamo cosa succederà”.