Il Barcellona ha ufficializzato l’ingaggio di ben 77 calciatori oggi, all’apertura ufficiale della sessione invernale del calciomercato 2016.

Il club blaugrana, dunque, ha depositato una documentazione immensa presso la Lega calcio spagnola, ma in parte giustificabile: questi 77 acquisti fanno parte anche della stagione 2015, quella in cui il Barcellona non ha potuto ufficialmente fare mercato in quanto c’era il blocco imposto dalla Fifa per la vicenda legata al tesseramento di giovani calciatori, vicenda che ha visto la formazione catalana giudicata colpevole e dunque meritevole di una sospensione di due sessioni di calciomercato.

Tra i tanti contratti depositati, ci sono anche quelli di Aleix Vidal e Arda Turan, acquistati in estate rispettivamente per 17 e 34 milioni di euro; assieme a loro, dunque, anche un nutrito nugolo di 75 atleti, che fanno parte di nuove leve per le formazioni giovanili e per la squadra B che milita in Segunda Division, la Serie B spagnola.

Ma non finisce qui, perché già mercoledì il Barcellona depositerà presso gli uffici della Lega calcio spagnola il contratto numero 78, quello che legherà al club catalano il coreano Seungwoo Lee. Contratto non ancora depositato in quanto il giovane asiatico non ha ancora compiuto 18 anni.

C’è da chiedersi se la formazione diretta in panchina dall’ex allenatore della Roma Luis Enrique metterà a segno qualche altro colpo o se finirà qui. Di certo, ad oggi, il Barcellona sembra una società senza particolari punti deboli, cosa che la rende anche difficile da migliorare in sede di calciomercato. Il direttore sportivo Ariedo Braida andrà in giro per il globo alla ricerca di qualche buon affare, ma vista la prima posizione nella Liga, l’aver superato il primo turno di Champions League abbastanza facilmente e l’ottimo rendimento globale, è probabile che la ricerca non sarà così spasmodica ma molto ragionata.