Non c’è molto da meravigliarsi, ma ora c’è anche l’etichetta di ufficialità: Jorge Mendes è il procuratore di calciatori più ricco del mondo. La classifica è stata stilata dalla rivista Forbes, sempre molto attenta quando si parla di discutere di soldi, che ha inserito il paperone portoghese al primo posto con una cifra pari a 85 milioni di euro di guadagno portata a casa da Mendes.

Numeri da capogiro, che ben fanno capire come sia veramente un business per tutti il mondo del pallone. Mendes, in carriera, ha chiuso contratti per circa 850 milioni di euro; sotto la sua ala protettiva ci sono atleti del calibro di Cristiano Ronaldo e Radamel Falcao, solo per citarne due, e anche l’ex allenatore dell’Inter José Mourinho, oggi alla guida del Chelsea. Il più potente tra gli agenti italiani è Mino Raiola, che veleggia in quinta posizione con “soli” 25 milioni di euro guadagnati.

Ma se si esce dal discorso legato solo al mondo del calcio, Mendes perde la corona di procuratore più ricco: il vincitore è infatti Scott Boras, agente di baseball, che ha concluso accordi per oltre due miliardi di euro, con un guadagno suo personale pari a 104 milioni. Mendes resta al secondo posto, mentre Raiola precipita fino alla 13esima posizione.

Il podio dei più ricchi agenti del mondo del calcio è composto anche da Jonathan Barnett, attualmente al secondo posto con 39 milioni di euro, e Volker Struth, terzo a 37. Il primo ha in rappresentanza gente come Bale, Hart, Szczesny, Shaw e Ashley Cole, mentre Struth è più orientato verso l’ambito tedesco e ha in gestione Reus, Goetze, Kroos, Howedes e altri calciatori della Bundesliga. Prima di Mino Raiola, al quarto posto, c’è lo spagnolo Jose Otin con 26 milioni di euro: Torres, Javi Martinez, Jesus Navas, Pedro e Raul Garcia i nomi più rappresentativi che si sono affidati a lui.