Una fame insaziabile. La Juventus vince anche al Sant’Elia e tiene a debita distanza le rivali. Finisce 2-0 per i campioni d’Italia con doppietta di Higuain, che aggancia Edin Dzeko in cima alla classifica cannonieri.

PRIMO TEMPO

Rastelli conferma i propositi della vigilia, schierando un 4-4-2 votato al raddoppio sistematico sulle fasce e allo sfiancante lavoro delle punte su Marchisio e Khedira. Coperture difensive combinate a veloci ripartenze, che costringono la a usare le maniere forti. Prima Lichtsteiner rimedia il giallo su Borriello e poi Chiellini per un’entrataccia su Barella. Livornese costretto dopo soli 18 minuti a chiedere il cambio per un fastidio ai flessori (oggi gli esami), lasciando il posto a Rugani. Eccetto un tiro, alto, di Dybala i sardi non corrono pericoli. Alla minima chance ecco però la magia del fuoriclasse: al 37’ Marchisio verticalizza magistralmente verso Higuain che sfrutta la distratta retroguardia rossoblù e infila Rafael. Il Cagliari ne risente e termina la frazione sotto di un gol.

SECONDO TEMPO

Dall’intervallo il Cagliari rientra frastornato. Ed infatti dopo due minuti arriva il raddoppio: Cuadrado avvia, Dybala ricama e Higuain trafigge nuovamente Rafael. Il match smarrisce intensità e i due allenatori ricorrono alle sostituzioni. Pjanic rimpiazza Marchisio e appena entra viene toccato duro da Barella, che subisce il secondo giallo lasciando i suoi in inferiorità numerica. L’ultimo a provarci dei rossoblu è Pisacane che con un gran tiro costringe Buffon a una splendida deviazione in angolo. Mandzukic (traversa) e Dybala (miracolo di Rafael) vicinissimi al tris nel finale, ma sarebbe stato forse troppo.

LE PAROLE DI HIGUAIN

Protagonista indiscusso della gara Gonzalo Higuain parla ai microfoni di Premium Sport: “La Juve sta bene. La partita però è stata difficile, specialmente nel primo tempo dove il loro approccio è stato forte. Per fortuna abbiamo trovato il gol del vantaggio a fine primo tempo e il raddoppio a inizio ripresa, poi, complice la loro espulsione, è stato ancora più semplice gestire. Ora dobbiamo riposarci e preparare il match di venerdì con il Palermo. Prima ci concentriamo sul Palermo, poi penseremo alla Champions”.

CAGLIARI-JUVENTUS 0-2 (primo tempo 0-1)
MARCATORE: 37′ pt e 2′ st Higuain.
CAGLIARI (4-3-1-2): Rafael; Pisacane (37′ st Padoin), Bruno Alves, Capuano, Murru; Isla, Di Gennaro, Dessena (17′ st Ionita); Barella; Borriello (30′ st Ibarbo), Sau. A disp. Colombo, Crosta, Gabriel, Miangue, Salamon, Deiola, Tachtsidis. All. Rastelli
JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini (18′ pt Rugani), Alex Sandro; Khedira, Marchisio (22′ st Pjanic); Cuadrado, Dybala (47′ st Lemina), Mandzukic; Higuain. A disp. Neto, Audero, Dani Alves, Benatia, Asamoah, Sturaro, Rincon, Pjaca. All. Allegri
ARBITRO: Calvarese di Teramo.
NOTE: espulso al 22′ st Barella per doppia ammonizione. Ammoniti: Lichtsteiner, Chiellini, Marchisio, Cuadrado, Isla, Di Gennaro e Mandzukic. Angoli: 6-1 per il Cagliari. Recupero: 2′; 3′.