La Juventus supera il Cagliari 4-1  (leggi qui il commento della gara) e lancia l’ennesimo messaggio di strapotere al campionato. Pur non essendo devastanti i bianconeri portano a casa i tre punti. Lichtsteiner trova una prestazione sopra le righe. Due assist e una rete. Il massimo che si possa chiedere a un esterno. Il pendolino mette due ciccoaltini per Llorente che ringrazia e non fallisce e nel finale si toglie anche la gioia del gol. Llorente è un bomber implacabile. Ha due occasioni nitide e realizza due reti. Cosa può fare di più un centravanti? In una performance non perfetta della difesa faticano in particolare Caceres e Chiellini. L’uruguaiano chiamato a sostituire Barzagli pare un po’ disorientato e il toscano non è perfetto come al solito.

BUFFON 6.5: Incolpevole sulla rete di Pinilla,  si supera con un vero e proprio miracolo su Dessena che avrebbe potuto permettere al Cagliari di portarsi sul 2-1. In una gara in cui è stato messo più volte in difficoltà da retropassaggi avventati dei difensori è riuscito a sbrogliare bene la situazione spedendo la sfera anche in tribuna quando vi era la necessità.

CACERES 5.5: L’uruguayano, chiamato a sostituire Barzagli, non è nella sua migliore giornata. Si dimentica di Conti sugli sviluppi di un corner e il capitano rossoblù sfiora la rete. A volte prova retropassaggi alquanto avventati verso Buffon, ma fortunatamente per la Juve il portiere non si fa trovare impreparato. Fatica anche in fase di impostazione. Si prende anche un giallo, pare un po’ tra le nuvole.

BONUCCI 6: In una prestazione non ottimale di tutto il reparto, fatica anche il regista difensivo. Prova spesso il lancio lungo per la testa di Llorente o gli inserimenti dei compagni, ma il suo piede non è troppo caldo. Oggi è comunque il migliore del reparto.

CHIELLINI 5.5:Il difensore bianconero ha appena festeggiato due importanti soddisfazioni personali. Le trecento presenze con la Juve, che oggi sono 301 e l’oscar del CIES come migliore centrale difensivo. Le feste di questi giorni pare l’abbiano un po’ distratto. Si fa sorprendere da Pinilla sulla rete del cileno e non trova la solita prestazione attenta e fisicamente devastante. Una sua incomprensione con Buffon rischia di compromettere il risultato ai bianconeri. Il Cagliari non riesce a sfruttare l’0ccasione.

LICHTSTEINER 7.5:  Sulla corsia di destra il pendolino svizzero è devastante. Due assist e un gol. Una prestazione altisonante che, finalmente, enfatizza le caratteristiche di Llorente. Il Navarro raccoglie come manna piovuta dal cielo i due splendidi cross che Lichsteiner gli mette in area. Lo svizzero decide poi di volere timbrare anche lui. Raccoglie la respinta errata di un imperfetto Adan e deposita in rete il poker bianconero. Straordinario.

VIDAL 6.5: In una giornata in cui Pirlo e Pogba risultano un po’ sottotono, il cileno rimane sul pezzo. Nonostante il furto subito recentemente trova una prestazione attenta e concentrata. Recupera palloni con una cattiveria e una foga spaventose. E’ la solita piovra. Cerca anche qualche inserimento, ma questa volta  non trova il gol. In tribuna era presente il tecnico del Manchester United, Moyes. Voleva vederlo?

(PADOIN n.g.)

PIRLO 5.5: Il regista subisce l’attenta marcatura di Cossu. Lascia a casa la bacchetta da direttore d’orchestra e fatica a fare girare la squadra. La manovra bianconera ne risente, il risultato no. Conte decide di sostituirlo al 65′ per dare spazio a Marchisio.

(MARCHISIO 7): Entra e con un bolide apre la scatola Cagliari. Una conclusione potente e precisa sulla quale, però, Adan poteva fare certamente meglio. La rete del 2-1, che piega le mani al portiere rossoblù, mette la sfida in discesa per i bianconeri. Per il principino è il primo hurrà in stagione. Era ora.

POGBA 5.5: Colui che molto probabilmente sarà tra i candidati del futuro per il Pallone d’oroquest’oggi non ha brillato. E’ un giovane e qualche passaggio a vuoto va concesso anche a lui che solitamente è determinante e stratosferico. A centrocampo la sua presenza si fa comunque notare.

ASAMOAH 6: Non ha brillato in fase offensiva e non è stato determinate. Ha comunque svolto un interessante lavoro in fase di copertura effettuando buone diagonali. Attento e concentrato.

TEVEZ 6: L’Apache non ha scintillato come al solito, ma la sua presenza nell’attacco bianconero è comunque di sostanza e di qualità. Calcia più volte verso la porta di Adan e trova qualche buona combinazione con i compagni. In alcuni casi ripiega per cercare di recuperare la sfera.

(GIOVINCO n.g.)

LLORENTE  7: Lo spagnolo si gioca con Lichtsteiner la palma del migliore in campo. Il Navarro è un bomber di grande caratura. Riceve due palloni interessanti all’interno dell’area e li trasforma in gol. Così fanno i grandi centravanti. L’asse con il pendolino svizzero è quello che risolve il match. Due assist dell’esterno, due reti del Re Leone. Finalmente lo spagnolo ha potuto giovare di ottimi cross e ha dimostrato che in quei casi è un cecchino implacabile. Tanta roba.

All. Conte 7: La Juventus non è brillantissima e il risultato, probabilmente, è più ampio di quanto avrebbe dovuto essere. Ciò non toglie che questa squadra abbia raggiunto l’undicesima vittoria consecutiva in serie A. Nessun allenatore bianconero in precedenza era riuscito in tale impresa. Questa Juve è semplicemente devastante e straordinaria.Il tecnico indovina la mossa azzeccata inserendo Marchisio al posto di Pirlo.

Pagelle Cagliari: Adan  5;  Pisano 6 (Cabrera n.g.); Rossettini  5.5;  Astori 6;  Murru 5; Dessena 6; Conti 6;  Ekdal 6 (Perico n.g.); Cossu 6.5;  Sau 5.5 (Ibarbo  5.5); Pinilla 6. All. Lopez 5.5

ARBITRO GUIDA: 6