È da un po’ di tempo che si parla di “rivoluzione” dalle parti di Manchester, sponda City, ma ancora, di fatto, la nuova genesi dei Citizen non è partita. Certo, siamo ancora al 12 giugno e da qui alla chiusura della finestra del mercato estivo mancano la bellezza di quasi tre mesi di temperature bollenti. È in ballo ancora la questione dell’allenatore con Pellegrini (che ha un contratto fino al giugno del 2016) che dovrebbe partire ma non è ancora stato individuato un degno sostituto, decisione che sta bloccando anche il mercato, finora attivo (stranamente) solo in uscita con Nastasic ceduto allo Schalke 04, Sinclair all’Aston Villa, Millner al Liverpool, Lampard al Ney York City e Jovetic in attesa di sistemazione. Però lo sceicco Mansour sta cominciando a scalpitare e in questi giorni il suo entourage è in continuo fermento visto che dal quartier generale dell’Etihad son già partiti due missili belli potenti: uno riguarda Jackson Martinez, l’altro Paul Pogba.

Per quanto riguarda il colombiano del Porto sul quale Galliani, in seguito a diversi blitz e controblitz a Oporto, sta cercando di chiudere al più presto la trattativa con club e procuratore del giocatore – 35 milioni di euro di clausola rescissoria e 3,5 milioni di euro a stagione d’ingaggio per quattro anni – il Manchester City ha rilanciato con un’offerta di gran lunga superiore sullo stipendio ed entro oggi si attende una risposta da parte di J. Martinez. Sul fronte Pogba, pare che Mansour abbia ufficializzato una proposta da 80 milioni di euro più ingaggio fissato a 9 milioni annui per un triennale al centrocampista della Juventus. Marotta aveva sin ora lamentato il fatto che nessuna offerta ufficiale per Pogba fosse ancora giunta sul tavolo delle trattative. Ora è arrivata.

La cosa più clamorosa però è che, prescindendo per adesso dalla decisione del giocatore, il patron della Juventus Andrea Agnelli sembra abbia rifiutato l’offerta basandosi sulla valutazione del fuoriclasse francese attestata su una cifra a otto zeri e aprendo di fatto l’asta al rialzo sul giocatore, sicuro del fatto che Pogba potrà dire addio alla Juventus solo se arriverà l’offerta monstre di almeno 100 milioni di euro. E a questo punto sono attese contromosse da parte dello stesso City, come anche di altri club faraonici interessati, ovvero PSG, Barcellona, Real Madrid e, perché no?, Manchester United.