Ecco  il tweet con il quale lo juventino Gialuigi Buffon  saluta il suo ex compagno di squadra e di nazionale Mauro German Camoranesi  ‘Eccolo qua… Uno che ha onorato la maglia dell’Italia e aveva classe e coglioni da vendere… Ciao grande Indio. Come te, pochi… E’ stato un tuffo al cuore rivederti!‘.

L’italo-argentino ha da poco appeso le scarpette al chiodo e i due si sono incontrati a Torino.

Un semplice saluto a un amico con cui si sono condivise tante battaglie e avventure sia con la Juventus che con la maglia azzurra. Insieme hanno avuto la gioia di conquistare tre Scudetti (di cui uno non assegnato e uno revocato), due Supercoppe Italiane e un campionato di serie B. Hanno vissuto il dolore della sconfitta ai rigori nella finale di Champions League 2002-2003 a Old Trafford contro il Milan, sono rimasti in bianconero quando la Vecchia Signora è stata spedita in serie B e si sono tolti la soddisfazione di riaccompagnarla in A. Hanno vissuto il ritorno dei piemontesi sul palcoscenico della massima competizione europea per club. Hanno condiviso momenti indimenticabili anche in nazionale come la conquista dei Mondiali 2006 in Germania.

Ecco proprio a questo si rivolge parte del tweet di Buffon che può essere letto anche in chiave più sibillina. Tutti ricorderanno le affermazioni forti del capitano nei confronti di alcuni compagni di squadra dopo la debacle azzurra ai Mondiali in Brasile avventua poco più di un mese fa. Il portiere ha riservato più di un dubbio sullo spirito con il quale alcuni giovani hanno affrontato la kermesse verdeoro. Ecco che il post del capitano juventino potrebbe essere letto anche in ottica più polemica. Ad ognuno l’interpretazione che predilige.

LEGGI ANCHE:

David Trezeguet al Pune: UFFICIALE, giocherà in India nella squadra dei Della Valle

Cesena-Juventus: la formazione dei piemontesi, intanto Lukaku si allontana

Manchester United-Inter Guinnes International Champions Cup: sconfitta ai rigori per i neroazzurri