Per la nazionale italiana è ufficialmente iniziata l’avventura di Euro2016: alle 22.05 di ieri sera, gli azzurri sono atterrati all’aeroporto di Montpellier, dove ad attenderli c’era il pullman ufficiale della spedizione italiana. Ad attenderli una ventina di tifosi, visibilmente delusi dal fatto di non aver potuto interagire in alcun modo con i loro idoli: il pullman ha infatti prelevato la squadra direttamente dalla pista, senza passare dalle uscite. Ovviamente nelle orecchie di tutti è già partito il classico ritornello secondo cui quando l’Italia parte tra lo scetticismo generale, riesce sempre a stupire. E in effetti, mai come quest’anno, la squadra allenata da Antonio Conte non parte esattamente tra le favorite del torneo, anzi. A detta praticamente di tutti, gli azzurri non sono assolutamente una squadra da podio.

Eppure per il capitano Gigi Buffon sembra andare benissimo così: «Le emozioni rispetto agli altri tre Europei che ho giocato sono anche di più perché non siamo fra i favoriti - ha detto il portiere al ritrovo della Nazionale all’aeroporto di Malpensa, accompagnato dalla compagna, Ilaria D’Amico -. Vogliamo invertire la griglia di partenza che non ci vede nelle prime posizioni». L’obiettivo, ha spiegato Buffon, è quello di dare il massimo in ogni partita, per tornare a casa senza rimpianti e con la consapevolezza d’aver dato davvero tutto. Il capitano azzurro ha poi continuato la sua disamina (come al solito molto lucida e onesta) affermando che quello che circonda l’Italia «non è scetticismo ma un modo, anche corretto, di analizzare un momento storico della Nazionale. E sta a noi dimostrare che determinate valutazioni sono state sbagliate». Inevitabile le domande sul nuovo commissario tecnico Ventura, sui cui giustamente il portierone glissa «non è il momento di parlarne» e quella relativa al mercato bianconero, con Alvaro Morata sul piede di partenza: «Non do consigli a nessuno, perché ho sbagliato tanto da solo».

Intercettati dai cronisti presenti sul posto anche Parolo e Zaza: «Non vediamo l’ora di iniziare. C’è tanta voglia di fare di sacrificarsi e di sognare. Scetticismo? Noi non siamo scettici. Vedremo come andrà ma abbiamo le idee chiare. Speriamo di dar filo da torcere a tutte le altre squadre» ha commentato il centrocampista della Lazio. «Partiamo stasera: non vedo l’ora di iniziare. Siamo consapevoli dei nostri mezzi e siamo determinati» ha aggiunto l’attaccante bianconero.

Brevi dichiarazioni anche dal difensore Leonardo Bonucci, tra i primi a presentarsi al ritrovo nell’hotel dell’aeroporto prima della partenza per Montpellier, che da oggi sarà il quartier generale azzurro: «Ci siamo, siamo carichi, abbiamo fatto tutto quello che c’era da fare» .