I vertici della Fifa questa mattina hanno ricevuto una visita da parte degli agenti dell’Fbi che rischia di sconvolgere il del mondo del calcio. Alle prime luci dell’alba è stata compiuta una retata in un hotel di Zurigo che ha portato all’arresto di sei membri della Fifa, di cui al momento non sono ancora stati comunicati i nomi.

Tra gli indagati figura anche il presidente della Fifa Joseph Blatter, che però non risulterebbe rinviato a giudizio. L’operazione condotta dalle autorità americane in collaborazione con quelle svizzere è ancora in corso e arriva proprio due giorni prima dell’assemblea che si tiene ogni anno per decidere la presidenza.

Alle nuove elezioni della Fifa, Blatter cercherà di ottenere la quinta presidenza consecutiva, ma dopo questo uragano che sta colpendo la sede svizzera in queste ore, gli equilibri all’interno della federazione potrebbero cambiare parecchio. Il rivale per la corsa alla presidenza della Fifa è il principe giordano Ali Bin Al Hussein.

Tra le accuse formulate dalle autorità americane e svizzere vi sono quelle di corruzione, di racket e frodi telematiche e anche di riciclaggio di denaro, che sarebbero avvenuti all’interno della Fifa nel corso degli ultimi due decenni. Per ora sono stati arrestati 6 membri della federazione, ma fino a 14 persone potrebbero essere estradate nelle prossime ore e venire rinviate a giudizio di fronte alla corte federale di Brooklyn a New York. Le indagini da parte dell’Fbi sembra che riguardino anche gli accordi riguardanti i diritti televisivi e di marketing, oltre all’assegnazione delle sedi di alcuni Mondiali.

Secondo quanto riporta il New York Times, la retata da parte degli agenti è avvenuta al Baur au Lac Hotel di Zurigo. Uno degli investigatori ha dichiarato al quotidiano americano: “Siamo colpiti dalla durata nel tempo di questi comportamenti e da come abbiano coinvolto quasi ogni elemento della Fifa. Sembra che questo fosse il loro modo di gestire l’organizzazione. È come se la corruzione fosse stata istituzionalizzata”.

Maggiori dettagli riguardo a quest’operazione che sta colpendo la Fifa verranno rilasciate nelle prossime ore in una conferenza stampa che il ministro della giustizia americano Loretta Lynch e il capo dell’Fbi James Comey terranno a New York.