Quattro giorni fa ha fatto il suo ritorno su Facebook. Sabato sera, la sua prima apparizione in pubblico: a San Siro, per vedere la sua Inter, con sciarpa nerazzurra d’ordinanza avvoltolata attorno al collo e saluto del presidente Erick Thohir (foto by InfoPhoto). A 15 mesi dall’aneurisma che lo aveva condotto a un passo dalla morte, Bruno Arena, 57 anni, membro del popolarissimo duo comico varesotto Fichi d’India, è finalmente tornato a respirare aria di normalità dopo un anno tremendo.

Il 17 gennaio dello scorso anno, durante la registrazione di una puntata di “Zelig”, Arena si era improvvisamente sentito male. Fu immediatamente ricoverato già in gravi condizioni al San Raffaele, dove gli fu riscontrata una vasta emorragia cerebrale causata dalla rottura di un aneurisma. Il comico restò per oltre un mese in coma, per poi svegliarsi ed essere trasferito in un centro di riabilitazione, dove si trova tuttora. Mentre nel frattempo la pagina Facebook ufficiale dei Fichi d’India, gestita dal suo amico e collega Max Cavallari, diventava un punto di ritrovo per i fan del duo comico in cerca di buone notizie, le condizioni di Arena sono gradualmente migliorate. Il 2 aprile l’annuncio, sempre sul social network: “Il mio eroe sta per tornare“, declama l’amico Cavallari. E, infine, la notizia più bella: Bruno Arena fuori dal centro di riabilitazione e subito al Meazza per Inter-Bologna. La partita non è andata benissimo, forse per colpa di quel gatto nero dell’indopresidente, ma questa non era proprio la cosa più importante.