Brooks, punto di riferimento mondiale nel settore del running, presenta Trascend, la nuova calzatura frutto di tre anni di ricerche internazionali nel settore della biomeccanica. Si tratta di una scarpa che, grazie alla tecnologia con cui è stata pensata, rivoluziona radicalmente le ultime tendenze della corsa, quelle che hanno portato gli appassionati a dividersi in sostenitori del “natural running” e in fan dell’ammortizzamento e della protezione estrema.

Una scarpa che, pur inserendosi nella tradizione delle cosiddette “support shoes”, le calzature antipronazione in cui svetta la serie Brooks Adrenaline GTS, apre di fatto una categoria nuova: capace com’è di adattarsi alle caratteristiche del runner che le indossa, di colui che desidera “sentire” il piede toccare il terreno e macinare metri su metri, e di colui che correndo cerca la cosiddetta “floating experience”. Un altro punto su cui i tecnici e i ricercatori di Brooks hanno concentrato la loro attenzione è l’area del tallone, concepito con una pianta leggermente più stretta rispetto a quella dell’avampiede. Ma senza dubbio l’attenzione di molti si concentrerà sul cosiddetto sistema Guide Rails: dei sostegni specifici inseriti nell’intersuola che rivoluzionano i tradizionali sistemi “antipronazione”, permettendo in questo modo alle anche, alle ginocchia e alle articolazioni di muoversi in maniera naturale e ritrovare il proprio equilibrio durante la corsa.

Brooks Transcend: la nuova scarpa da running, per chi ha uno spirito da astronauti

Milano Marathon 2014: edizione sempre più green ‘E chi vince sarà il campione italiano’

Mondiali atletica Mosca 2013: oro anche sui 200 per l’incredibile Usain Bolt