Tra le tante “brutture” dell’Italia di Prandelli, c’è quella di un’allarmante fragilità difensiva. Nonostante i giornali e commentatori tv si affannino a giustificare con alcuni errori arbitrali le tante reti subite (10 nelle ultime 4 gare), spicca un dato curioso, forse non fondamentale, ma che dà un’idea del trend attuale degli azzurri.

Nel giro di 12 mesi, infatti, la nostra Nazionale ha subito per due volte 4 reti in una sola gara, in cui tra l’altro non ha neppure la giustificazione dell’inferiorità numerica. Era capitato nella finale di Euro 2012 (0-4 con la Spagna) e si è ripetuto ieri sera a Salvador del Bahia (2-4 con il Brasile).

Per dare un’idea, basti pensare che era dal 1979 (1-4 in Jugoslavia) che gli azzurri non incassavano un poker.

Le considerazioni non possono che essere due: la prima è che schierare una difesa a 4 con gli stessi uomini che nella Juventus giocano con il 3-5-2 non può che essere deleterio.

La seconda è che, visti i gol presi l’altra sera, forse anche un monumento come Buffon inizia a mostrare qualche crepa. Va bene tutto, va bene la riconoscenza, ma sembra proprio che sia arrivato il momento di puntare su un altro portiere.

Foto: Infophoto.