Ariedo Braida e il Milan si lasciano. Ufficialmente, questa volta. A comunicarlo è la stessa società rossonera con un breve comunicato stampa apparso sul proprio sito internet ufficiale: “L’AC Milan ringrazia Ariedo Braida, che oggi lascia la Società – questo recita la nota - è stato prezioso collaboratore per un tempo lunghissimo, caratterizzato dai risultati prestigiosi che devono essere attribuiti anche alla sua importante opera”.

Un nuovo tassello che fa capire come, ormai, il ruolo di Adriano Galliani in seno al club rossonero sia sempre più marginale: Braida è da sempre stato il suo braccio destro e il suo allontanamento è un chiaro segnale dei tempi che stanno cambiando. Ha ricoperto la carica di direttore generale del Milan dal 1986 al 2002 e dal 2002 ad oggi è stato direttore sportivo della società milanese.