Il derby della Mole vinto con caparbietà e orgoglio dalla Juventus ha lasciato buone sensazioni e grande entusiasmo sia per il prosieguo di campionato, un percorso – neanche a ricordarlo – tutto in salita per i bianconeri dopo lo stentatissimo inizio, sia per il cammino europeo in Champions League dove la Juve, contrariamente alla situazione nazionale, si sta comportando egregiamente trovandosi al comando del Gruppo D della fase a gironi del torneo, in attesa della sfida serale al Borussia Park di Mönchengladbach nel quale la Juventus riaffronterà il Borussia, dopo lo 0-0 di Torino.

Il M’Gladbach ha vissuto e sta tuttora vivendo una situazione analoga a quella juventina: dopo un inizio shock in campionato e un impronosticabile avvicendamento in panchina (Schubert è subentrato a Favre) il club sta riguadagnando terreno in Bundesliga, stentando ancora un po’ in Europa. Ultimo nel Gruppo D a solo 1 punto, ha necessariamente necessità di vincere per continuare a sperare.

Diversi gli indisponibili tra le fila dei padroni di casa. Con Korb in dubbio, Schubert dovrà fare a meno infatti di giocatori importanti come Hermann e Hahn, ma anche di altri come Stranzl e Jantschke. L’assetto più probabile dovrebbe essere il 4-4-2 con Sommer tra i pali, Christensen e Dominguez centrali di difesa con Nordveit e Wendt terzini. Xhaka e Dahoud fungeranno da interni di centrocampo cui affidare le redini della manovra tedesca mentre Thorgan Hazard e Fabian Johnson agiranno più decentrati. Il tandem offensivo sarà composto da Raffael e Stindl.

Per quanto riguarda le scelte di Allegri, si profila un 3-5-2 con il trio Barzagli, Bonucci, Chiellini in difesa, Marchisio perno del centrocampo affiancato da Sturaro (al posto di Khedira infortunato) e Pogba e con Evra e Cuadrado a presidiare le fasce. La coppia d’attacco in campo internazionale è composta dall’inamovibile Morata (capocannoniere bianconero di coppa) e Mandzukic.

Borussia Mönchengladbach (4-4-2): Sommer; Nordveit, Christensen, Domínguez, Wendt; Xhaka, Dahoud, T Hazard, Johnson; Raffael, Stindl. All. Schubert.

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini, Evra; Sturaro, Marchisio, Pogba; Cuadrado, Mandžukić, Morata. All. Allegri.