Quando giochi in casa dei vice campioni d’Europa e dopo 10 minuti, un certo Velasco Carballo, arbitro spagnolo designato per il delicato match di Champions League al Westfalenstadion, ti fischia contro un calcio di rigore inesistente, l’impresa, già ardua, diventa davvero impossibile.

E’ quello che succede al Napoli, in seguito ad un calcio d’angolo per il Borussia. Lewandowski lamenta una trattenuta di Fernandez, tanto inesistente da non poter essere nemmeno paragonabile al famoso fallo da rigore di Chiellini su Sergio Ramos (tanto per restare in habitat Champions). Nessun altro giocatore in campo protesta, o sembra accorgersi dell’accaduto, ma l’arbitro indica dischetto e Reus non sbaglia. Dopo qualche minuto di sconcerto, il Napoli ricomincia a fare la partita, esattamente come nei primi 10 minuti, ma un timido Pandev e un impreciso Higuain faticano a finalizzare. Le squadre si allungano e sembra che sia il Borussia a poterne approfittare, ma Lewandowski spreca due volte il raddoppio.

L’occasionissima del Napoli arriva al 29′, con un’incursione palla al piede di Callejon. L’ex pupillo di Mourinho al Real, entra in area, si libera con una finta dell’ultimo difensore tedesco e incrocia a botta sicura, ma la palla finisce clamorosamente sul palo, senza dare la possibilità del tap-in vincente né a Higuain, né a Pandev, pronti in area sulla possibile ribattuta del palo.

Callejon Borussia Dortmund-Napoli

Callejon si dispera dopo il palo colpito in Borussia Dortmund-Napoli

Napoli sfortunato, i tedeschi tremano. Il secondo tempo comincia come il primo. A fare la partita sono sempre gli uomini di Benitez. I tedeschi si chiudono e ripartono. Dopo una velenosa serpentina di Mykhitaryan, con Albiol che salva sulla linea dopo una bella parata di Reina, arriva l’occasione goal per il Pipita (Higuain), che solo davanti alla porta trova una grande uscita di Weidenfeller, sprecando il goal del pareggio, che paradossalmente lancia in goal il Borussia, grazie ad una fulminea ripartenza di Reus, che trova i partenopei scoperti, con un freddo Blaszczykowski, servito a meraviglia dal compagno, che solo davanti a Reina, insacca in rete.

Higuain Napoli

Higuain dopo l’occasione fallita in Borussia Dortmund-Napoli

Entra Insigne al posto di Callejon e Zapata al posto di Pandev. Il Napoli tenta il tutto per tutto e finalmente arriva il goal. Un disimpegno sbagliato a centrocampo di Kehl favorisce Higuain che serve Insigne sul filo del fuorigioco, che insacca di sinistro sull’uscita del portiere. Il Napoli ci crede, ma l’entusiasmo dura poco. Un errore di Armero rimanda in rete il Borussia, con un goal di Aubameyang (ve lo ricordate? Giocava nella primavera del Milan), che chiude il risultato sul 3 a 1 per i padroni di casa.

La situazione del Napoli in classifica si fa difficile. Serve l’impresa contro l’Arsenal, ma potrebbe non bastare, tenendo conto che i tedeschi hanno un vantaggio di un goal sulla differenza reti.

I lati positivi di questa fredda serata tedesca sono da registrare nel progresso, anche psicologico, di una squadra che, pur uscendo sconfitta, è uscita a testa alta dalla casa dei vice campioni d’Europa. I lati negativi sono da attribuire ad una rosa con pedine non all’altezza del palcoscenico europeo, come i vari Armero e Fernandez. La speranza per il futuro è che a gennaio, che si giochi la Champions o l’Europa League, arrivino dei rinforzi di valore soprattutto in difesa e a centrocampo. Staremo a vedere quali mosse studierà a tavolino la triade De Laurentiis, Bigon, Benitez.