“Col gol in gola”: era il titolo di un bellissimo articolo del Guerin Sportivo anni 70 in cui si elogiava la bellezza del calcio, specie quando la rete decisiva è segnata nei minuti finali o di recupero.

E durante la gara Borussia Dortmund-Malaga, finita 3-2, con i tedeschi sotto 1-2 all’88′, la magia si è ripetuta. Le reti di Reuss e Santana regalano la semifinale ai gialloneri.

Abbiamo recensito altre cinque situazioni simili nel passato del calcio internazionale. Andiamo a riviverle insieme.

26 MAGGIO 1989

E’ il giorno di History Man, al secolo Michael Thomas, misconosciuto centrocampista dell’Arsenal. Sua la rete del 2-0 segnata ad Anfield Road, in casa del Liverpool, che vale il titolo ai Gunners per quoziente reti. L’impresa è raccontata nel fortunato bestseller (e film) Febbre a 90′, di Nick Hornby.

26 MAGGIO 1999

Finalissima di Champions League a Barcellona: di fronte il Bayern, che conduce 1-0 (Basler al 5′) e il Manchester United. Mossa della disperazione di Alex Ferguson, che getta nella mischia Sheringham e Solskjær nei minuti finali. Situazione ribaltata in due minuti (91′ e 92′), con tap-in decisivo del norvegese.

10 GIUGNO 2007

Penultima giornata della Liga: il Real Madrid è sotto 1-2 a Saragozza e il Barcellona vince 2-1 il derby con l’Espanyol. Le due squadre sono a pari punti a quota 72. All’89′ Van Nistelrooy pareggia per i blancos e 17 secondi dopo Tamudo fa lo stesso a Barcellona. All’ultima giornata, battendo 3-1 il Maiorca, il Real sarà campione. Non basta il 5-1 esterno del Barça a Tarragona, perchè Fabio Capello si imporrà grazie agli scontri diretti con i blaugrana (2-0 e 3-3).

6 MAGGIO 2009

Ritorno di semifinali di Champions League a Stamford Bridge. Andata al Camp Nou finita 0-0. I blues di Hiddink stanno vincendo 1-0 (Essien all’8′) e pregustano la finalissima quando al 93′ arriva la doccia gelata di Iniesta. Finale rovente con Drogba che contesta l’arbitro norvegese Ovrebo.

13 MAGGIO 2012

E’ lo storico giorno del Manchester City di Roberto Mancini. Sotto 1-2 con il Qpr, rimonta grazie a Dzeko (92′) e Aguero (94′) e soffia il titolo ai cuginastri dello United, che stavano già pregustando il trionfo, visto che la loro gara con il Sunderland era già finita (2-1).

Foto: Infophoto.