Leonardo Bonucci nel mirino del Milan. La clamorosa indiscrezione è esplosa nella giornata di ieri e si parla addirittura già di un’offerta formulata alla Juventus. Secondo Sportmediaset, il club rossonero avrebbe messo sul piatto i cartellini di De Sciglio, Romagnoli ed un conguaglio economico. Per il calciatore sarebbe invece pronto un contratto da 7 milioni a stagione.

Pare che l’offerta sia concreta ed invita in forma scritta al club bianconero, il quale si è preso 72 ore di tempo per pensarci e dare quindi una risposta.

Ma c’è dell’altro. L’agente del calciatore, Alessandro Lucci, è intervenuto a Sportitalia, dove ha fatto capire che la trattativa esiste: “Ci sto lavorando”, le sue parole.

La Juventus, intanto, si è cautelata rispetto all’addio di una delle colonne della BBC. Marotta e Paratici si stanno infatti guardando intorno, studiando le alternative: una porta a Kostas Manolas della Roma, l’altra a Mattia Caldara. L’approdo del difensore dell’Atalanta potrebbe essere anticipato di un anno.

Intanto, filtrano voci sulle cause che portano Bonucci lontano dalla Vecchia Signora. I cattivi rapporti con Allegri, esplosi a favore di telecamera il 17 febbraio scorso durante Juventus-Palermo, ma non solo. Il difensore sarebbe andato ai ferri corti con gli altri leader del gruppo: da più parti sono arrivate voci che vogliono un Bonucci imbestialito tra il primo ed il secondo tempo di Cardiff, circostanza smentita dal club bianconero.

Secondo quanto afferma calciomercato.com, Bonucci avrebbe chiesto la cessione già a gennaio, a caccia di stipendi più lauti e nuove esperienze.