Questa notte è la notte. Bologna-Pescara è l’atto conclusivo del campionato di Serie B, l’ultimo capitolo al termine del quale si leggerà il nome della terza squadra, dopo Carpi e Frosinone, che l’anno prossimo si misurerà coi grandi. Si riparte dallo 0-0 dell’andata, un risultato che per gli uomini di Massimo Oddo si traduce in un unico, inderogabile imperativo: vincere. Come si sa, infatti, nei playoff per la promozione non vale la regola dei gol in trasferta: in caso di due pareggi, dunque, il regolamento premierebbe la squadra che si è meglio classificata durante la regular season, ovvero il Bologna (quarto, mentre gli abruzzesi avevano chiuso al settimo posto).

Il Dall’Ara sarà tutto esaurito al calcio di inizio, previsto per le 20,30: trentamile anime rossoblu che spingeranno per riportare il Bologna nella massima serie dopo un solo anno di purgatorio. La squadra di Delio Rossi ha già dimostrato di saper centrare l’obiettivo anche in assenza di un gioco convincente, come dimostra la doppia sfida col brivido contro l’Avellino. Il pareggio potrebbe bastare ai rossoblu, come detto, ma il tecnico non vuol sentir parlare di atteggiamento rinunciatario. Da parte sua Massimo Oddo, che di Rossi fu giocatore per un anno e mezzo (dal 2005 al gennaio 2007 nella Lazio) è forte della buona prova dell’andata e spera nell’impresa: “Ho visto i ragazzi carichi come lo sono io. Andiamo a Bologna per vincere. Dovremo cercare di essere più lucidi sotto porta rispetto alla gara di andata, ma sono fiducioso anche alla luce della gara di andata che avremmo strameritato di vincere, dimostrando di non essere inferiori al Bologna“.

Pronostico abbastanza semplice. Checché ne dica Delio Rossi, noi ci aspettiamo un Bologna molto prudente, attento a non prendere gol così come lo era stato all’andata: e parliamo sempre della seconda miglior difesa del campionato. Di contro, Oddo può contare sul miglior attacco del torneo, e per il fatto di dover vincere a ogni costo potrebbe lasciare spazio alle ripartenze dei felsinei.  Puntiamo al goal, quotato 1,83.

BOLOGNA (4-3-1-2): Da Costa; Ceccarelli, Maietta, Oikonomou, Morleo; Casarini, Matuzalem, Buchel; Laribi; Cacia, Sansone. All. Rossi

PESCARA (4-2-3-1): Fiorillo; Rossi, Salamon, Fornasier, Zampano; Memushaj, Brugman; Politano, Bjarnason, Caprari; Melchiorri. All. Oddo