Dopo le due vittorie consecutive in campionato (per la cronaca dell’ultima gara di andata clicca qui) e l’ottimo esordio in Coppa Italia, il Napoli è chiamato a fare punti sul terreno del Dall’Ara, in una trasferta all’apparenza facile ma che può nascondere insidie. “E’ una partita difficile, siamo molto concentrati”, ha dichiarato in conferenza stampa a Castel Volturno Rafa Benitez prima della partenza della squadra per Bologna. Il tecnico del Napoli ha aggiunto: “La squadra di Ballardini ha bisogno di fare punti, sarà un avversaria dura. Dovremo stare attenti e dare il massimo perché l’impegno che ci aspetta è grande”. E in effetti il mister azzurro non ha tutti i torti (per approfondimenti sugli allenamenti leggi qui): il Bologna non ha nulla da perdere, essendo agli ultimi posti della classifica con solo 16 punti. Tanto da perdere ha invece la squadra campana, che non può permettersi passi falsi se vuole agganciare la Roma al secondo posto. I relativi precedenti tra le due squadre parlano di 64 partite tra campionato e Coppa Italia, con 32 vittorie del Bologna, 15 pareggi e 17 vittorie del Napoli. Sono ben 106 i goal degli emiliani sui 73 dei campani. L’ultima vittoria degli azzurri al Dall’Ara risale a maggio 2013 con reti di Hamsik (foto by Infophoto), Cavani e Dzemaili per il risultato di 0-3. L’ultima vittoria del Bologna è datata invece maggio 2012, con reti di Diamanti e Rubin per il risultato di 2-0. La sfida mette in campo anche 9 scudetti (7 emiliani e 2 campani), 6 Coppe Italia (2 rossoblù e 4 azzurre) più svariati trofei continentali.  La gara si giocherà alle ore 15,00 e la dirigerà Damato di Barletta.

Ballardini dovrà rinunciare a Cech, mentre Diamanti dovrebbe stringere i denti nonostante la contusione al piede gli dia ancora fastidio. Sul campo dovrebbe vedersi un 3-5-1-1 con Antonsson (in vantaggio su Sorensen), Natali e Cherubin. A centrocampo Kone, Perez e Pazienza (favorito su Khrin) centrali, con Garics a destra e Morleo a sinistra. In attacco Bianchi e Diamanti.

Benitez non sa se far partire Marek Hamsik dall’inizio (nella partita di Coppa Italia il centrocampista era partito in corso di gara, per approfondimenti clicca qui). Probabilmente le condizioni dello slovacco verranno valutate poco prima della gara, ma le possibilità che entri fin dal primo minuto sono molto alte. Solito 4-2-3-1 con la linea difensiva composta da Maggio a destra, Armero a sinistra e i centrali Fernandez e Albiol. In attesa di vedere Jorginho, centrocampo formato dalla coppia Inler-Dzemaili. In attacco non dovrebbe mancare Callejon. Hamsik parte favorito su Pandev e dovrebbe esserci Mertens (con Insigne pronto a subentrare a partita in corso), tuttavia non è da escludersi un tris d’assi Callejon-Mertens-Insigne per pungere maggiormente. Higuain presenza inamovibile.

Bologna (3-5-1-1):  Curci; Antonsson, Natali, Cherubin; Garics, Kone, Perez, Pazienza, Morleo; Diamanti, Bianchi. All. Ballardini

Napoli (4-2-3-1):  Rafael; Maggio, Fernandez, Albiol, Armero; Dzemaili, Inler; Callejon, Hamsik, Mertens; Higuain. All. Benitez

A cura di Maria Grazia De Chiara