Il Napoli perde a Bologna partita e testa della classifica. Irriconoscibile la banda Sarri, che al Dall’Ara non riesce a replicare il volume di gioco che ne ha caratterizzato il cammino da due mesi e mezzo a questa parte.

Bologna-Napoli 3-2, cronaca e video

Eppure la prima fiammata è proprio del Napoli, che all’11′ potrebbe andare vicino al gol: diagonale di Callejon servito da Insigne e deviazione di piede in corner di Mirante.

4′ e i rossoblù passano: Diawara confeziona un filtrante per Destro che brucia sullo scatto Albiol e fa 1-0. Nell’occasione l’attaccante felsoinero era in fuorigioco.

Napoli in bambola che smarrisce intensità, meccanismi difensivi, possesso palla e capacità di restare corto. Minuto 22′: calcio d’angolo e colpo di testa vincente di Rossettini.

Il Napoli soffre tantissimo a centrocampo, soprattutto per merito del giovanissimo Diawara, che mette spesso in ambasce Allan. Azzurri che procedono a fiammate: al 32′ Insigne colpisce di testa tra le braccia di Mirante da buona posizione, cinque minuti dopo tiro di Callejon e deviazione di Mirante sul palo. Anche sfortunato oggi il Napoli.

Nella ripresa il Napoli parte forte, ma la porta rossoblù resta blindata. Higuain da ottima posizione e Allan al termine di un coast to coast potrebbero riaprire i giochi che si chiudono al quarto d’oro: tiro di destro e palla in gol dopo papera di reina che si lascia sfuggire il pallone tra le braccia. Azzurri che oggi non possono contare neanche sullo spagnolo.

Sembra finita, ma gli azzurri rientrano in partita ad una manciata di minuti dal fischio finale. Cross di Insigne e Higuain che va in gol con una bella girata ad anticipare il diretto marcatore. E’ il 41′ della ripresa. Al 45′ ancora Pipita in gol. Dritto per dritto di Hamsik per l’argentino che a tut per tu con MIrante stavolta non sbaglia. 3-2, ma è troppo tardi per il terzo gol che sarebbe valso un clamoroso pari.