Gli esami non finiscono mai. Neanche in casa Inter, che dopo il 2-0 all’Empoli troverà il Bologna. I precedenti.

Bologna-Inter, testa a testa

Partita in sordina, la “Beneamata” ha saputo riprendersi strada facendo. Mai trovata l’alchimia con Frank De Boer, il “normalizzatore” Pioli (ex della sfida) è riuscito a rigenerare diverse giocatori, precedentemente confinati alla panchina. Con pazienza e duro lavoro una striscia positiva di 9 successi consecutive. Gli episodi dubbi nel derby d’Italia potevano distogliere la concentrazione dal campo. E in tal senso le squalifiche a Icardi e Perisic (al rientro questa domenica) destavano preoccupazione. Avuta la meglio per 2-0 sull’Empoli, questo week-end dirà definitivamente se tutti i malumori sono rientrati. Daranno comunque il massimo per mettere i bastoni fra le ruote i rossoblu di Donadoni, in cerca di far pace col proprio pubblico dopo le sconfitte con Napoli (7-1) e Milan (in doppia superiorità numerica).

I precedenti di Bologna-Inter

Come prevedibile la storia parla a favore dei meneghini. Gli emiliani non si impongono più dall’ormai lontano 10 febbraio 2002: Pecchia e Zauli colpirono nella prima mezz’ora di gioco, prima che Seedorf accorciasse le distanze. Nella stagione 2013/2014 l’ultimo pareggio, con Kone e Jonathan che fissarono il punteggio sull’1-1. L’Inter invece vittoriosa nel confronto più recente, datato 27 ottobre 2015. Nonostante l’espulsione di Felipe Melo, la gara terminò in favore degli ospiti con sigillo di Icardi. Risale al 21 maggio 1989 il successo con maggior numero di reti di scarto, un 0-6 dove finirono sul tabellino dei marcatori Ramon Diaz (doppietta), Aldo Serena (doppietta), Matthaus (rigore) e Matteoli.

I numeri di Bologna-Inter

Pur mancando da 15 anni al successo, è sempre il Bologna a comandare nel computo complessivo dei match casalinghi. Sui 69 confronti complessivamente disputati, 29 volte sono stati i beniamini locali a spuntarla, contro i 13 pareggi e le 27 sconfitte. Equilibrio nelle reti: 100-98 per i nerazzurri.