Delio Rossi non è più l’allenatore del Bologna; manca solo ormai l’ufficialità, ma il tecnico è stato di fatto esonerato dal club felsineo. Fatale la sconfitta in casa per 1-0 contro la capolista Inter di Roberto Mancini.

La società ufficializzerà soltanto nel tardo pomeriggio l’addio al tecnico ex Lazio, ma ormai il dato è tratto. In sua sostituzione arriverà l’ex commissario tecnico della nazionale italiana, quel Roberto Donadoni rimasto a piedi dopo il fallimento del Parma Calcio.

L’ultimo segnale è stato lo spostamento dell’allenamento del mattino al pomeriggio. I giocatori sono stati avvisati mentre si recavano al campo. Quella contro l’Inter è stata l’ottava sconfitta su dieci partire per il Bologna di Delio Rossi. A Donadoni era stata chiesta una disponibilità di massima già una decina di giorni fa.

Roberto Donadoni arriva con un contratto di un anno con opzione per un secondo e avrà un bonus in caso di salvezza. Il Bologna si trova ora in riunione a Casteldebole: presente il chairman Saputo, assieme all’ad Fenucci, il direttore tecnico Corvino e il club manager Di Vaio. Giovedì conferenza stampa e primo allenamento per Donadoni. Domenica il debutto contro l’Atalanta.

Delio Rossi, in carriera, ha allenato Torremaggiore, Foggia, Salernitana, Pescara, Genoa, Lecce, Atalanta, Lazio, Palermo, Fiorentina e Sampdoria. Ha vinto un campionato italiano di Serie B (Salernitana: 1997-1998) e una Coppa Italia (Lazio: 2008-2009).

Roberto Donadoni, terzo ai Mondiali di Italia ’90 e secondo a ‘Usa 94, da allenatore ha guidato Lecco, Livorno, Genoa, la nazionale italiana, Napoli , Cagliari e Parma.