Violentissimo attacco di Zvonimir Boban che ha parlato a Sky Sport di Mario Balotelli (foto by InfoPhoto). L’ex stella di Milan e nazionale croata, da anni apprezzatissimo commentatore, ha rivolto parole infuocate nei confronti del centravanti rossonero, accusato, senza mezzi termini, di essere indegno del club di cui porta la maglia:

“Balotelli? Smettiamola di parlare di questo Balotelli, in vita sua non ha fatto nulla, se non panchina ovunque. Lui sarà sempre più piccolo del Milan e il Milan sarà sempre più grande di lui. Il suo atteggiamento svogliato dimostra che proprio con il cervello non arriva a capire alcune cose, non capisce cosa vuol dire indossare quella maglia. Impari da Kakà, un ragazzo che ha vinto tutto ed è sicuramente più ricco di lui, e che a differenza sua corre e si impegna come un ragazzino. Balotelli nel mio Milan avrebbe portato il borsone ai Van Basten, a Weah a Sheva. Due ritardi agli allenamenti in due giorni? Nel mio Milan avrebbe preso schiaffi da gente come Maldini, Desailly, Seba Rossi, Costacurta, Baresi”

Riassumendo, Zvone accusa Mario di:

- essere un esaltato

- non essere degno del Milan

- non arrivarci con la testa

- non essere all’altezza dei grandi campioni, né tecnicamente né umanamente

- non essere professionale

Personalmente, a Boban perdonerei qualunque cosa per principio – sarà per quella sua eleganza da nobile austro-ungarico, sarà perché parla un italiano sopraffino, sarà perché è un uomo i cui orizzonti non si sono mai limitati allo scorrazzare dietro un pallone. Figuriamoci, poi, quando ha ragione da vendere.