Due giorni dopo il gran rifiuto opposto da Massimiliano Allegri, la Roma si consola mettendo sotto contratto per due anni l’ex cittì della nazionale francese, Laurent Blanc (foto by InfoPhoto): lo riporta la stampa francese, a cui ha fatto rapidamente eco anche Ansa. L’ufficialità della firma su un biennale da 2 milioni di euro più premi dovrebbe arrivare in serata, ma non ci sono praticamente dubbi: sulla panchina giallorossa siederà l’ex difensore di Napoli e Inter, campione del mondo coi Bleus nel 1998.

Il matrimonio tra Blanc e la Roma, di cui avevamo parlato (con un certo scetticismo) nei giorni passati, era stato già consacrato da Didier Deschamps, attuale selezionatore dei transalpini, nonché compagno di squadra e capitano di Blanc durante la vittoriosa campagna mondiale del ’98. Durante una conferenza-stampa, infatti, Didì aveva dichiarato di “essere molto contento per Laurent, so che è sulla buona strada per trovare un accordo con la Roma, che è una buona squadra con una pressione speciale”. Mai analisi fu più azzeccata: guidare i giallorossi, ma anche giocarci, è un’esperienza che può esaltarti come null’altro, quanto ridurti in pezzetti minuscoli. Lo imparerà presto anche Blanc – uno che comunque ha spalle (con o senza “esse”) sufficientemente ampie per reggere l’insostenibile peso dell’essere romanista.