Profeta in patria, come non era mai accaduto prima. Dorothea Wierer, classe 1990, nativa in realtà di Rasun di Sotto, provincia di Bolzano, Sud Tirol, a due passi da Anterselva, oggi ha conquistato il suo primo podio in Coppa del Mondo nello stadio del biathlon, l’Arena, dove è cresciuta e continua ovviamente oggi ad allenarsi. Cioè proprio ad Anterselva.

GARA - Nella sprint odierna, che ha aperto la settimana di gare in Italia nella storica Antholz, un format solitamente poco positivo per l’azzurra, Dorothea si è piazzata subito dietro la vincitrice di giornata, Olga Podchufarova, staccata di soli 8 secondi e con un errore al poligono, senza il quale avrebbe trionfato. Percorso netto, invece, per Olga. Per Wierer quinto podio individuale in stagione, settimo in assoluto con le due staffette (3 vittorie, una a squadre). Il trionfo russo è completato dal terzo posto di Yurlova. Ottima prova delle azzurre: settima Oberhofer e 30esima, dunque a punti, Vittozzi, alla miglior gara in stagione. Solo nona la ceca Soukalova, leader della classifica generale, al peggior risultato stagionale.