I Mondiali di biathlon a Kontiolahti, in Finlandia, si aprono senza grosse sorprese, ovvero con Repubblica Ceca, Francia e Norvegia, nell’ordine, sul podio della staffetta mista (due donne-due uomini). Settimo posto per l’Italia, bronzo olimpico uscente nel format. Gara disputata sotto la neve, su un percorso impegnativo.

PROVA

La medaglia d’oro è stata conquistata appunto dalla Repubblica Ceca, la favorita della vigilia, con quartetto più che mai solido, formato da Veronika Vitkova, Gabriela Soukalova, Michal Slesingr e Ondrej Moravec. Argento per la Francia di Anais Bescond, Marie Dorin Habert, Jean Guillaume Beatrix e Martin Fourcade, bronzo alla Norvegia, un po’ troppo attardata dopo le prove delle due ragazze, Fanny Horn e Tiril Eckhoff. Johannes Thingnes Bø e Tarjei Bø hanno comunque salvato il podio. Quarta una grande Bielorussia, quinta l’Austria davanti alla Germania in formazione rimaneggiata. Settima l’Italia con Wierer, Oberhofer, Windisch, Hofer, troppo imprecisi al poligono e nemmeno molto veloci sugli sci, ma anche sfortunati per un inconveniente al tiro (Oberhofer( e una caduta di (Hofer). Ciò nonostante, al massimo sarebbe stato possibile sognare un quinto posto. Oggi riposo, sabato le due sprint.

BIATHLON -MONDIALI KONTIOLAHTI – STAFFETTA MISTA

1. REP.CECA    - Vitkova, Soukalova, Slesingr, Moravec (0+8) 1:20’27″7
2. FRANCIA     -Bescond, Dorin, Beatrix, Fourcade M. (0+8) a 20″2
3. NORVEGIA – Horn, Eckhoff, Bø J., Bø T. (1+3) a 27″7.