Ci voleva, ammettiamolo. Un botto all’incontrario, ma ci voleva. Il Milan prima lancia un tweet con la foto di Jonathan Biabiany in maglia rossonera e sciarpa d’ordinanza, poi ritira quanto annunciato in quanto, ufficialmente, Cristiano Zaccardo rifiuta il trasferimento al Parma. Come non detto, tutto da rifare. Ma la voglia e i tempi tecnici non ci sono più, adios! Il bubbone scoppia a metà pomeriggio: sono le 18.34, quando un messaggio su whatsapp avvisa “Salta tutto”. Boom. Cos’è successo? Mille voci che si rincorrono, tra strade percorribili e altre meno serie, contatti continui con l’ufficio stampa e altro. Ripercorriamo l’accaduto.

Jonathan Biabiany, foto Twitter @AcMilan

Jonathan Biabiany, foto Twitter @AcMilan

Nelle prime ore del pomeriggio, l’annuncio: Biabiany al Milan. C’è l’intesa per 4 milioni più uno di bonus. Zaccardo va ai gialloblu. Di lì a poco, visite mediche per Jonathan Biabiany. Ore 17.45: il Milan, tramite il suo profilo Twitter, ha dato il benvenuto a Jonathan Biabiany. L’esterno parmense ha posato con la sciarpa del Milan, come si vede qui sotto. Da lì il caos: dopo i test presso la clinica La Madonnina di Milano, le visite mediche di Jonathan Biabiany proseguono, come da programma, a Como. Ma i problemi ci sono e arrivano i nodi al pettine: Zaccardo non trova l’accordo e salta tutto. Storia di un ultimo giorno di calciomercato movimentato più per le trattative saltate che per quelle andate a segno.

Biabiany Zaccardo, salta l'accordo

Biabiany Zaccardo, salta l’accordo