Silvio Berlusconi ha ammesso che si trova in una situazione in cui sta decidendo per la vendita del Milan, ma che il passaggio avverrà solo in mani sicure. Il leader di Forza Italia, durante un evento di stampo politico, ha parlato ancora una volta di calcio e di questo delicato momento del club rossonero, alle prese con un cambio di gestione epocale ed un periodo di non vittorie inconsueto.

Silvio Berlusconi, dunque, è pronto a vendere il Milan ma a cederlo solo in mani stabili e sicure. La confessione sarebbe avvenuta ad alcuni esponenti di Forza Italia, in occasione di una delle tante riunioni che si sono succedute tra Arcore e palazzo Grazioli per risolvere la ‘grana’ Roma. La notizia è stata rilanciata dall’agenzia di stampa Agi.

Il Cavaliere avrebbe detto: “Se vendo quote del Milan è solo per far sì che continui la sua storia gloriosa”. Dopo l’avventura, mai conclusasi, con Mr Bee, negli ultimi giorni sono rimbalzate voci circa una possibile cessione del pacchetto azionario del Milan ad una cordata di imprenditori cinesi, pronti ad offrire 700 milioni per l’acquisizione totale del club. L’ex presidente del Consiglio ai suoi interlocutori non è sceso nei dettagli, ha solo riferito che la partita è aperta.

Intanto, tra i molti ex giocatori del Milan pronti ad intraprendere una carriera politica, c’è anche Daniele Massaro: l’ex attaccante, infatti, dovrebbe scendere in campo nella lista di Forza Italia a Milano. Il bomber tenta una nuova carriera.