Un oro (Grimaldi, 25km in acque libere), tre bronzi, due ancora dal fondo e uno, di grande speranza per il futuro, dal nuoto sincronizzato, nel libero combinato. Questo il bottino azzurro che due discipline lasciano in eredità a nuoto in corsia e tuffi, il cui programma scatterà proprio oggi.

La squadra del nuoto si presente al Velodromo di Berlino (con piscina posizionata all’intero della.. pista di ciclismo! e spalti molto lontani) spinta da ambizioni alte, come sempre a livello europeo. Quaranta due atleti, 22 uomini, 20 donne, 10 esordienti e le punte che ben conosciamo, Federica Pellegrini e Gregorio Paltrinieri, oltre a talenti pronti a esplodere come Andrea Mitchel d’Arrigo sui 200sl e 400sl, Arianna Castliglioni nei 50 e 100 rana, Gabriele Detti, fresco di record europeo sugli 800sl, Stefania Pirozzi sui 400 misti, con le staffette molto competitive, soprattutto le due a stile femminili.

Obiettivo, secondo il dt Cesare Butini, almeno un medagliere in doppia cifra, dimenticandosi però di Debrecen 2012, edizione preolimpica sontuosa per l’Italia, ma condizionata da troppe assenze. Per la quarta volta la Germania ospita un campionato europeo di nuoto-tuffi, Berlino per la seconda volta dopo il 2002. Le gare di nuoto in corsia si terranno nel’avveniristico velodromo e non nello stadio del nuoto di 12 anni fa, con piscina montata all’interno della pista di ciclismo, spalti molto distanti dalle corsie. Le polemiche non sono mancate, per le proteste del pubblico e anche degli atleti, a causa dei nuovi blocchi ‘troppo scivolosi’ a sentire proprio i protagonisti in vasca. Per la prima volta nella storia gli Europei in vasca da 50m assegneranno medaglie con le staffette miste, uomini e donne, 4x100sl e 4×100 misti. I titoli assegnati saranno 42 nel nuoto in corsia e 11 nei tuffi.

RESOCONTO PRIMA MATTINATA DI GARE: 

Andrea Mitchell D’Arrigo e Gabriele Detti nei 400 stile libero, Stefania Pirozzi nei 400 misti e la staffetta 4×100 stile libero maschile in finale. Silvia Di Pietro, che segna la migliore prestazione italiana nei 50 farfalla con il costume in tessuto (26″13), migliorando il personale, e altri otto azzurri in semifinale. Sono iniziati bene i 32esimi campionati europei di nuoto per gli azzurri. Al termine delle batterie Giada Galizi e Chiara Masini Luccetti hano disputato una prova tempi per decidere la quarta frazionista della staffetta 4×100 stile femminile (finale diretta). Ha vinto Giada Galizi in 55″13. Al Velodrom di Berlino alle 18 si assegnano le prime medaglie.